it-swarm.it

È disponibile un desktop / WM incentrato sulla tastiera?

Conosco fantastico window manager, che dopo alcune personalizzazioni può soddisfare i miei desideri, ma mi chiedevo se esiste un ambiente desktop incentrato sulla tastiera che non richiede troppe modifiche per renderlo davvero utile . Ovviamente gnome e sono sicuro che KDE abbia delle scorciatoie piacevoli e la possibilità di impostarle come vuoi, ma questo diventa un problema perché in molti casi la tastiera finisce per entrare in conflitto con il comportamento del programma integrato.

Eventuali suggerimenti?

20
Wayne Werner

Ce ne sono in abbondanza! (Tuttavia, tutti quelli che conosco sono anche gestione finestre di piastrellatura .)

  • XMonad è probabilmente quello con la più grande comunità di utenti. Ha una vasta documentazione e funziona bene con le estensioni GNOME/EWMH (anche se è necessario attivarle nel file di configurazione). Il file di configurazione ha la sintassi di Haskell, ma è certamente possibile modificarlo senza sapere molto di Haskell, semplicemente copiando + incollando esempi dalla documentazione. Le combinazioni di tasti predefinite sono ispirate a vim, sebbene possano essere tutte rimappate (incluso l'uso di combinazioni di tasti concatenati come C-a C-b C-c di Emacs). È disponibile in Ubuntu come pacchetto xmonad.

  • Bluetile è una progenie di XMonad: supporta un file di configurazione semplificato e si integra bene con il desktop GNOME per impostazione predefinita. Sfortunatamente, non è disponibile in Ubuntu 10.04, quindi devi installarlo dal sorgente.

  • DWM è il "padre ispiratore" di XMonad e Awesome. È molto snello e veloce e disponibile come pacchetto dwm in Ubuntu 10.04. Tuttavia, in base alla progettazione, per modificare la configurazione è necessario modificare un file di intestazione nei sorgenti e ricompilare; la maggior parte della documentazione relativa alle opzioni disponibili è disponibile solo come post della mailing list. Non supporta GNOME/EWMH per impostazione predefinita, dovrai correggerlo; il fork Echinus di DWM è iniziato in questo modo. La maggior parte degli utenti di dwm non vedrà bene un "ambiente desktop", quindi probabilmente non è la scelta giusta se ti piacciono i trucchi di GNOME. Le associazioni di tasti predefinite sono vim simili; possono essere rimappati, ma non c'è alcuna opzione per combinazioni di tasti concatenate.

  • Fantastico iniziato come fork di DWM.

  • Ion è un gestore di finestre di piastrellatura completamente programmabile in Lua: anche il "file di configurazione" è uno script Lua, quindi puoi mappare qualsiasi chiave a qualsiasi azione (a condizione che tu conosca abbastanza Lua per l'attività). Nessun supporto per le estensioni GNOME o EWMH, per quanto ne so. Disponibile in Ubuntu 10.04 come pacchetto ion3.

  • wmii è il predecessore di DWM (stesso autore). Può essere completamente controllato dalla tastiera, ma ha una selezione più piccola di layout e il formato di configurazione si basa su un "filesystem virtuale", che rende possibili cose molto complesse ma (IMHO) anche cose semplici piuttosto complicate. Disponibile in Ubuntu 10.04 come pacchetto wmii.

  • larswm può configurare un'associazione chiave per tutte le operazioni che supporta. La documentazione arriva sotto forma di una pagina man, chiara e completa. La comunità di utenti ora è molto piccola e la mailing list era silenziosa per mesi. Nessun supporto per le estensioni EWMH/desktop. Disponibile come pacchetto larswm.

  • ratpoison , come dice il nome, ti costringe a non di usare il mouse. Ogni azione è compiuta da un colpo chiave. Le combinazioni di tasti predefinite sono ispirate da GNU screen ed Emacs; possono essere rimbalzati, soggetto al vincolo che esiste sempre una "chiave di prefisso" globale per avviare l'azione. StumpWM è una riscrittura di ratpoison in Common LISP, che aggiunge l'opzione Nice per hackerare WM mentre lo stai eseguendo. Nessun supporto per le estensioni EWMH/desktop (in base alla progettazione, direi). Entrambi sono disponibili in Ubuntu 10.04 (pacchetti ratpoison e stumpwm).

36
Riccardo Murri

Direi che Emacs ha oltrepassato il limite di essere un editor di testo ed è ora un sistema operativo completo, e almeno per me è la mia interfaccia utente preferita per la tastiera. Intendo l'affermazione di cui sopra come un complimento e una forte raccomandazione del programma piuttosto che la battuta stanca che alcune persone implicano con la stessa affermazione.

Di solito lo invoco in una finestra terminale con:

emacs -nw

Ovviamente installalo con:

Sudo apt install emacs

Sono ancora sorpreso che Ubuntu e Canonical scelgano di non installarlo di default.

Ha una curva di apprendimento piuttosto ripida, ma ti ricompenserà con un ambiente di lavoro e un editor ricchi. Inizia la tua esplorazione usando il tutorial integrato, che puoi invocare con:

ctrl-h t
1
haziz

Uso Meta o Ctrl-Alt modificatori per i collegamenti sul desktop.

La maggior parte dei programmi utilizza Ctrl o Alt modificatori per le loro scorciatoie (o utilizzare i tasti funzione senza modificatori).

La maggior parte dei programmi non usa Ctrl-Alt scorciatoie e quasi mai usate Meta scorciatoie, quindi dovresti essere sicuro di usarle senza conflitti.

1
dv3500ea

Potresti voler dare un'occhiata a wiki della comunità delle scorciatoie da tastiera qui per maggiori informazioni sulle scorciatoie da tastiera predefinite :)

1
myusuf3

Oltre a fantastici, altre scelte sono DWM e WMii. Non so molto su WMii ma DWM è estremamente semplice e fluido e ha tutte le personalizzazioni contenute nel codice sorgente stesso. Tuttavia, ciò significa che è necessario ricompilarlo ogni volta che si modifica un collegamento. Questo è ciò che dà a dwm potenza e prestazioni.

La mia scelta sarebbe fantastica: può essere facilmente installato dai repository Ubuntu ufficiali.

Sudo apt-get install awesome awesome-extras

HOWTO: Setup AwesomeWM - Ignora la build dalle istruzioni src se usi il comando install sopra

1
koushik