it-swarm.it

Quali sono le tue funzioni o trucchi preferiti dalla riga di comando?

Condividi le funzionalità e i trucchi della tua riga di comando per Unix/Linux. Cerca di mantenerlo Shell/distro agnostico, se possibile. Interessato a vedere alias, righe singole, scorciatoie da tastiera, piccoli script Shell, ecc.

93
cmcginty

Questo si espande in qualche modo sul !! trucco menzionato in questa risposta . In realtà ci sono un sacco di comandi relativi alla storia che tendono a dimenticarsi (le persone tendono a pugnalare Up 100 volte invece cercano un comando che sanno di aver digitato).

  • Il comando history mostrerà un elenco di comandi eseguiti di recente con un designatore di eventi a sinistra
  • !N sostituirà il comando associato al designatore di eventi N
  • !-N sostituirà N esimo comando più recente; per esempio. !-1 sostituirà il comando più recente, !-2 il secondo più recente, ecc.
  • Come menzionato nell'altra risposta, !! è una scorciatoia per !-1, per sostituire rapidamente l'ultimo comando
  • !string sostituirà il comando più recente che inizia con string
  • !?string? sostituirà il comando più recente che contiene string

I designatori di parole possono essere aggiunti a un ! comando history per modificare i risultati. I due punti separano l'evento e i designatori di Word, ad es. !!:0. Il designatore dell'evento !! può essere abbreviato in solo ! quando si utilizza un designatore di Word, quindi !!:0 è equivalente a !:0.

  • !:0 otterrà il comando che è stato eseguito
  • !:1 otterrà il primo argomento (e !:2 il secondo, ecc.)
  • !:2-3 otterrà il secondo e il terzo argomento
  • !:^ è un altro modo per ottenere il primo argomento. !:$ otterrà l'ultimo
  • !:* otterrà tutti gli argomenti (ma non il comando)

I modificatori possono anche essere aggiunti a un ! comando history, ognuno preceduto da due punti. È possibile impilare qualsiasi numero (ad es. !:t:r:p).

  • h - Allinea al nome file di base
  • t - Solo il nome file di base
  • r - Allinea all'estensione del nome file
  • e - Solo l'estensione del nome file
  • s/search/replacement - Sostituisce la prima occorrenza di search con replacement
  • gs/search/replacement - Sostituisci tutte le occorrenze di search con replacement
88
Michael Mrozek

bash - inserisce il parametro finale della riga precedente

alt-. la combinazione di tasti più utile di sempre, provala e vedi, per qualche motivo nessuno lo sa.

premerlo più volte per selezionare gli ultimi parametri più vecchi.

ottimo quando vuoi fare qualcosa di più sull'argomento/file che hai usato solo un momento fa.

64
chillitom

Il mio preferito è

man 7 ascii

Semplice e molto utile.

   Oct   Dec   Hex   Char                        Oct   Dec   Hex   Char
   ────────────────────────────────────────────────────────────────────────
   000   0     00    NUL '\0' (null character)   100   64    40    @
   001   1     01    SOH (start of heading)      101   65    41    A
   002   2     02    STX (start of text)         102   66    42    B
   003   3     03    ETX (end of text)           103   67    43    C
   004   4     04    EOT (end of transmission)   104   68    44    D
   005   5     05    ENQ (enquiry)               105   69    45    E
   006   6     06    ACK (acknowledge)           106   70    46    F
   007   7     07    BEL '\a' (bell)             107   71    47    G
   010   8     08    BS  '\b' (backspace)        110   72    48    H
   011   9     09    HT  '\t' (horizontal tab)   111   73    49    I
   012   10    0A    LF  '\n' (new line)         112   74    4A    J
   013   11    0B    VT  '\v' (vertical tab)     113   75    4B    K
   014   12    0C    FF  '\f' (form feed)        114   76    4C    L
   015   13    0D    CR  '\r' (carriage ret)     115   77    4D    M
   016   14    0E    SO  (shift out)             116   78    4E    N
   017   15    0F    SI  (shift in)              117   79    4F    O
   020   16    10    DLE (data link escape)      120   80    50    P
   021   17    11    DC1 (device control 1)      121   81    51    Q
   022   18    12    DC2 (device control 2)      122   82    52    R
   023   19    13    DC3 (device control 3)      123   83    53    S
   024   20    14    DC4 (device control 4)      124   84    54    T
   025   21    15    NAK (negative ack.)         125   85    55    U
   026   22    16    SYN (synchronous idle)      126   86    56    V
   027   23    17    ETB (end of trans. blk)     127   87    57    W
   030   24    18    CAN (cancel)                130   88    58    X
   031   25    19    EM  (end of medium)         131   89    59    Y
   032   26    1A    SUB (substitute)            132   90    5A    Z
   033   27    1B    ESC (escape)                133   91    5B    [
   034   28    1C    FS  (file separator)        134   92    5C    \  '\\'
   035   29    1D    GS  (group separator)       135   93    5D    ]
   036   30    1E    RS  (record separator)      136   94    5E    ^
   037   31    1F    US  (unit separator)        137   95    5F    _
   040   32    20    SPACE                       140   96    60    `
   041   33    21    !                           141   97    61    a
   042   34    22    "                           142   98    62    b
   043   35    23    #                           143   99    63    c
   044   36    24    $                           144   100   64    d
   045   37    25    %                           145   101   65    e
   046   38    26    &                           146   102   66    f
   047   39    27    '                           147   103   67    g
   050   40    28    (                           150   104   68    h
   051   41    29    )                           151   105   69    i
   052   42    2A    *                           152   106   6A    j
   053   43    2B    +                           153   107   6B    k
   054   44    2C    ,                           154   108   6C    l
   055   45    2D    -                           155   109   6D    m

   056   46    2E    .                           156   110   6E    n
   057   47    2F    /                           157   111   6F    o
   060   48    30    0                           160   112   70    p
   061   49    31    1                           161   113   71    q
   062   50    32    2                           162   114   72    r
   063   51    33    3                           163   115   73    s
   064   52    34    4                           164   116   74    t
   065   53    35    5                           165   117   75    u
   066   54    36    6                           166   118   76    v
   067   55    37    7                           167   119   77    w
   070   56    38    8                           170   120   78    x
   071   57    39    9                           171   121   79    y
   072   58    3A    :                           172   122   7A    z
   073   59    3B    ;                           173   123   7B    {
   074   60    3C    <                           174   124   7C    |
   075   61    3D    =                           175   125   7D    }
   076   62    3E    >                           176   126   7E    ~
   077   63    3F    ?                           177   127   7F    DEL

Dai un'occhiata a questo sito Web commandlinefu.com .

Puoi anche dare un'occhiata a questi quattro articoli di Peteris Krumins sul suo blog

49
Moeb

Esegui l'ultimo comando come root:

Sudo !!
46
Alex B

Non sono sicuro che questo valga come un "trucco", ma le persone sembrano molto inconsapevoli dei tasti di scelta rapida standard readline. Di particolare utilità nelle conchiglie:

  • Ctrl+U - Taglia la linea corrente
  • Ctrl+Y - Incolla una linea tagliata con Ctrl+U
  • Ctrl+L - Cancella lo schermo e ridisegna la riga corrente
  • Ctrl+G - Ottieni una nuova linea e abbandona quella corrente
42
Michael Mrozek

CTRL+R in BASH per cercare/attivare comandi precedentemente eseguiti (i contenuti di ~/.bash_history).

Questo è spesso estremamente utile. L'esecuzione di questo alias servirà il PWD su HTTP (indicizzato) sulla porta 8000:

alias webserver="python -m SimpleHTTPServer"

E poiché corro per tutto il tempo, spaziando e digitando troppo velocemente, questi alias sono probabilmente i miei più usati (seriamente):

alias maek=make
alias mkae=make
alias meak=make
alias amka=make
alias akme=make

E probabilmente il mio pezzo di BASH usato più di frequente è un semplice script che chiamo upload. Lo uso per aggiungere qualsiasi tipo di contenuto al mio Linode e copia l'URL HTTP risultante negli appunti (clic centrale). Molto utile per incollare roba alle persone in IRC:

scp -r $* [email protected]$Host:public_html && {
    URL="http://$Host/~$user/$(basename $1)"
    echo "$URL"
    xselection -replace PRIMARY "$URL"
}

Solo un paio. Posso pubblicare molto più tardi, devo tornare al lavoro!

36
Aaron Bockover

diff l'output di due comandi senza creare manualmente un file temporaneo (bash):

diff <(ls dir1) <(ls dir2)
31
Alex B

Abbastanza semplice, ma la gente non sembra saperlo, ti riporta alla directory precedente:

cd -
30
Robert Swisher

Brace Expansion :

L'espansione del controvento è un meccanismo mediante il quale è possibile generare stringhe arbitrarie.

Ti permette di sostituire linee noiose come:

mv loong/and/complex/file/name loong/and/complex/file/name.bacukup

con un'istanza più breve

mv loong/and/complex/file/name{,backup}

altri usi

# to display the diff between /etc/rc.conf and /etc/rc.conf.pacsave
diff /etc/rc.conf{,.pacsave}

# to list files in both /usr/share and /usr/local/share
ls /usr/{,local}/share 

Espansione aritmetica :

L'espansione aritmetica consente la valutazione di un'espressione aritmetica e la sostituzione del risultato. Il formato per l'espansione aritmetica è:

$((expression))

L'espressione viene trattata come se fosse racchiusa tra virgolette doppie, ma una virgoletta doppia tra parentesi non viene trattata in modo speciale. Tutti i token nell'espressione subiscono l'espansione dei parametri, l'espansione della stringa, la sostituzione dei comandi e la rimozione delle virgolette. Le espansioni aritmetiche possono essere nidificate.

$ a=1
$ b=2
$ echo $(( a+(b*2) ))
5
29
Stefan

Questo di solito è nel mio script di avvio (.bashrc, .profile, qualunque cosa)

shopt bontà, controlla i commenti:

shopt -s cdspell        # try to correct typos in path
shopt -s dotglob        # include dotfiles in path expansion
shopt -s hostcomplete   # try to autocomplete hostnames

Un alias che salva i tasti premuti: mkdir e cd in esso:

mkcd () { mkdir -p "[email protected]" && cd "[email protected]"; }

E, ultimo ma non meno importante, ho rinunciato a memorizzare la sintassi tar, quindi:

extract () {
    if [ -f $1 ] ; then
        case $1 in
            *.tar.bz2)  tar xjf $1      ;;
            *.tar.gz)   tar xzf $1      ;;
            *.bz2)      bunzip2 $1      ;;
            *.rar)      rar x $1        ;;
            *.gz)       gunzip $1       ;;
            *.tar)      tar xf $1       ;;
            *.tbz2)     tar xjf $1      ;;
            *.tgz)      tar xzf $1      ;;
            *.Zip)      unzip $1        ;;
            *.Z)        uncompress $1   ;;
            *)          echo "'$1' cannot be extracted via extract()" ;;
        esac
    else
        echo "'$1' is not a valid file"
    fi
}
29
Sygo

Due funzioni bash che mi salvano molti tasti.

Esegui automaticamente una ls dopo ogni cd riuscito:

function cd {
    builtin cd "[email protected]" && ls
}

Sali su n livelli:

# Usage .. [n]
function .. (){
    local arg=${1:-1};
    local dir=""
    while [ $arg -gt 0 ]; do
        dir="../$dir"
        arg=$(($arg - 1));
    done
    cd $dir #>&/dev/null
}
21
Maik

Dato che di solito sono a metà strada nella riga di comando prima di voler cercare (CTRL-R in bash) ho il seguente nel mio .bashrc

bind '"\e[A"':history-search-backward
bind '"\e[B"':history-search-forward

Ciò significa che se scrivo cd quindi premo su/giù posso vedere tutte le opzioni che ho fatto su cd. Fondamentalmente lo uso per dirs spesso usati. Come "cd w" e sto finendo per esaminare tutte le aree di lavoro che uso molto.

17
mendicant

Una cosa che mi fa risparmiare molto tempo sono i comandi pushd/popd. Questi ragazzi ti permettono di creare una pila di directory e ridurre molto la digitazione:

/foobar/ > pushd /src/whatever/foo/test
/foobar/src/whatever/foo/test > make run
/foobar/src/whatever/foo/test > popd
/foobar/ > make
17
jacksonh

Il screencomando . In pratica salva la sessione della riga di comando per quando torni. È una specie di gestore di terminali, come un gestore di finestre. In questo modo, in una singola sessione di terminale, puoi avere più terminali virtuali in corso. È molto bello.

Se uno usa screen, questa funzione Shell (mettila in .bashrc) è estremamente utile:

function scr {
    if screen -ls | grep -q Main; then
         # reattach to Main: 
         screen -xr Main
    else
         # name session "Main":
         screen -S Main
    fi
   }

digitando scr, controllerà se esiste la sessione principale e si collegherà ad essa. Altrimenti lo creerà.

14
user394

Se è necessario modificare una riga di comando particolarmente lunga in bash

^X^E (Ctrl-X Ctrl-E) 

lo aprirà nell'editor ($ EDITOR).

In zsh puoi ottenere lo stesso comportamento aggiungendolo a .zshrc:

autoload edit-command-line
zle -N edit-command-line
bindkey '^X^e' edit-command-line 
13
redacted

Se sei un dattilografo veloce, questi sono utili:

alias grpe='grep --color=tty'
alias gpre='grep --color=tty'
alias rgep='grep --color=tty'
alias gerp='grep --color=tty'

Questa macro ti aiuta a calcolare i totali di una colonna di output: dimensioni del file, byte, pacchetti, tutto ciò che devi fare è specificare la colonna che vuoi aggiungere:

total ()
{
        if [ x$1 = x ]; then set `echo 1`; fi
        awk "{total += \$$1} END {print total}"
}

Lo usi in questo modo per esempio, senza argomenti, aggiunge il totale della prima colonna:

du | total

Se fornisci l'argomento, sommerà quella colonna, per esempio, questo ti darà il numero totale di byte usati da tutti i file C # in/tmp:

ls -l /tmp/*cs | total 5

A volte la tua console viene incasinata perché hai accidentalmente visualizzato un file binario (cat/bin/ls per esempio), puoi ripristinare il terminale con questa funzione Shell:

restaura ()
{
    Perl -e 'print "\e)B";'
}

Mi piace che io usi i caratteri per distinguere la classe di file e anche per nascondere i file di backup generati dal mio editor (i file di backup terminano con il carattere ~):

alias ls='ls -FB'
12
miguel.de.icaza
alias s='Sudo'
alias r='rake' # i'm a Ruby developer
alias ..='cd ..' # although with autocd feature for zsh this comes packed.

Uno dei miei preferiti quando dimentico s:

$ s !! # last command with super user priviledges
11
Eimantas

Se un comando accetta l'input stdin, puoi leggere l'input da un file con <filename. Questo può apparire ovunque nel comando, quindi queste linee sono equivalenti:

cat filename
cat <filename
<filename cat

Ciò è particolarmente utile per grep, in quanto consente di posizionare l'espressione alla fine della riga, in modo da poter modificare rapidamente un comando grep colpendolo Up, senza dover scorrere a sinistra per superare il nome file:

<filename grep 'expression'
10
Michael Mrozek

Puoi usare CDPATH per impostare l'equivalente di directory di PATH; se provi a cd foo e non esiste foo nella directory corrente, Shell controllerà ciascuna delle directory in CDPATH cercando foo in esse e passerà alla prima reperti:

export CDPATH="/usr"
cd bin # switches to 'bin' if there is one in the current directory, or /usr/bin otherwise
9
Michael Mrozek
vi `which scriptname`

Per quando non sai dove abita qualcosa e non ti interessa neanche.

9
Matt Simmons

Il e commerciale. Mette il tuo comando in background, così puoi continuare a digitare.

$> Sudo updatedb &

Lavorando insieme e dopo un po 'vedi:

[1] 17403

E il tuo processo è fatto! Ottimo per le cose in cui non è necessario attendere che terminino.

9
user394

Completamento scheda. Quanto sarebbe brutto se dovessi scrivere tutti i personaggi di ogni percorso?

8
user394

Ho questo nel mio .bashrc

#shortcut for CTRL+C and CTRL+V
alias c-c='xclip -sel clip'
alias c-v='xclip -o -sel clip'

function find-all() {
    python -c "import re
import sys
for i in re.findall('$1', sys.stdin.read()):
    if type(i) == type(''):
        print i
    else:
        print i[0]"
}

E quando ho il codice sorgente HTML negli Appunti e voglio trovare tutti i collegamenti che uso

c-v | find-all 'href="([^"]*)"' | c-c

E ho tutti gli URL negli appunti

Ho anche questa funzione

function lsq(){
    ls -lh [email protected] | tr -s ' ' | cut -d' ' -f5,8
}

quale dimensione di visualizzazione (leggibile dall'uomo) e nome file.

alias temp='cat /proc/acpi/thermal_zone/THRM/temperature'

questo alias è per la temeratura dello spettacolo

function separate() {
    python -c "import sys,re; print '$1'.join(re.split('\s*', sys.stdin.read().strip()))";
}

con questa funzione posso calcolare il prodotto o la somma degli argomenti.

alias sum='separate + | bc'
alias product='separate * | bc'

function split-join() {
    python -c "import sys,re; print '$2'.join(re.split('$1', sys.stdin.read().strip()))";
}

Questa è una funzione utile che divide l'input standard separato da regex e quindi unisce il risultato.

function factorial() {
    seq -s* $1 | bc
}

funzione fattoriale

function wiki() { Dig +short txt $1.wp.dg.cx; }

Questa funzione visualizza il testo wiki su DNS

Ho anche tre funzioni di colore

function blue() {
    echo -e "\x1b[34m\x1b[1m"[email protected]"\x1b[0m";
}

function green() {
    echo -e "\x1b[32m\x1b[1m"[email protected]"\x1b[0m";
}

function red() {
    echo -e "\x1b[31m\x1b[1m"[email protected]"\x1b[0m";
}

function md5check() {
    test `md5sum $2 | cut -d' ' -f1` = "$1" && green [OK] || red [FAIL]
}

Questa funzione convalida l'hash del file md5.

questo mostrerà un messaggio di errore per un dato codice

function strerror() { python -c "import os; print os.strerror($1)"; }

Puoi stampare tutti i messaggi con

alias all-errors='for i in `seq 131`; do echo -n "$i: "; strerror $i; done'
7
jcubic

Smonta ultimo dispositivo montato:

mount /media/whatever
...
u!mo

!mo si espande all'ultimo comando iniziato con mo (almeno in bash). A volte si fa mv nel mezzo, quindi u!m non funzionerà così spesso.

7

Un altro utile trucco ZSH:

Tratta l'output di un comando come un file:

emacs =(hg cat -r 100 somefile)

Questo apre una vecchia versione di un file tracciato da Mercurial in emacs per la visualizzazione evidenziata dalla sintassi. Senza quello, dovrei fare casino con hg revert, hg archive o invia esplicitamente hg cat output in un file temporaneo.

Ovviamente, questo funziona con qualsiasi programma che apre file e qualsiasi programma che stampa sullo standard output.

6
Matthew Flaschen

Una funzione specifica di ZSH sono gli alias di suffisso, impostati dando a alias il -s bandiera:

alias -s ext=program

Se una data estensione ha un alias di suffisso, puoi eseguire direttamente un file con tale estensione e ZSH avvierà il programma dato e passerà il nome del file come argomento. Quindi, se l'alias sopra è attivo, queste righe sono equivalenti:

/path/to/foo.ext
program /path/to/foo.ext
5
Michael Mrozek

Una delle mie funzioni preferite di sempre di ZSH è denominata directory. Puoi esportare una variabile con un determinato nome, con un valore che punta a un determinato percorso:

export foo=/usr/bin

Ora puoi usare ~foo in un comando per fare riferimento a /usr/bin:

cd ~foo
~foo/ls
cat ~foo/filename
5
Michael Mrozek
  • Il comando do-nothing : come in

    while :; do :; done
    
  • Espansione del rinforzo in combinazione con per i loop:

    for c in {1..3}; do :; done
    
  • ! operatori e operatori di corto circuito || e &&

    [ -d /tmp/dir ] || mkdir /tmp/dir
    
    if ! ping 34.41.34.1; then :; fi
    
  • usando sub shell invece di pop/Push (utile negli script)

    ~$ ( cd /tmp; echo $PWD )
    /tmp
    ~$
    
  • il tipo di che cos'è comando type

    ~$ type type
    type is a Shell builtin
    ~$ type ls
    ls is aliased to `ls --color=auto'
    ~$ f(){ :; }
    ~$ type f
    f is a function
    f () 
    { 
         :
    
    }
    
  • anche molto bello: qui-stringhe

    ~$ cat <<<"here $PWD"
    here /home/yourname
    ~$
    
  • e il mio preferito: reindirizzamento su un elenco di comandi

    { w; ps; ls /tmp; } 2>/dev/null |less
    
4
artistoex

Vedi questo domanda.

Quando esegui ps ax | grep string:

[[email protected] ~]$ ps ax | grep 'openbox'
 3363 ?        Ss     0:00 /usr/bin/openbox
 3382 ?        Ss     0:00 /usr/bin/ssh-agent -- /usr/bin/openbox-session
 3386 ?        S      0:00 /bin/sh /usr/bin/openbox-session
 3388 ?        S      0:00 /bin/sh /usr/bin/openbox-session
 3389 ?        S      0:00 /bin/sh /usr/bin/openbox-session
 3390 ?        S      0:00 /bin/sh /usr/bin/openbox-session
 5100 pts/0    S+     0:00 grep openbox

l'ultima riga contenente grep è qualcosa di un po ' anoying

Puoi liberartene eseguendo ps ax | grep '[s]tring':

[[email protected] ~]$ ps ax | grep '[o]penbox'
 3363 ?        Ss     0:00 /usr/bin/openbox
 3382 ?        Ss     0:00 /usr/bin/ssh-agent -- /usr/bin/openbox-session
 3386 ?        S      0:00 /bin/sh /usr/bin/openbox-session
 3388 ?        S      0:00 /bin/sh /usr/bin/openbox-session
 3389 ?        S      0:00 /bin/sh /usr/bin/openbox-session
 3390 ?        S      0:00 /bin/sh /usr/bin/openbox-session

update : oppure esegui semplicemente pgrep string

4
Stefan

A volte le impostazioni bash sono tali che rm è aliasato a rm -i e richiede quindi la conferma per ogni file che viene eliminato. Quando lavoro di tanto in tanto su un tale account, utilizzo \rm per recuperare il comportamento originale di rm senza modificare la configurazione dell'utente.

3
mouviciel

Adoro buttare quanta più roba possibile nella mia PS1. Alcune cose utili da ricordare:

\e[s e \e[u salva e salva la posizione del cursore rispettivamente. Lo uso per creare una "barra delle informazioni" nella parte superiore dello schermo, lunga un paio di righe, che può contenere più cose. Esempio:

PS1='\[\e[s\e[7m\e[1;1H\]\w\n\t        \j / \! / \#\[\e[u\e[0m\e[33;1m\][\[email protected]\h \[\e[34m\]\W]\[\e[0m\]\$ '

Unisci con alias clear='echo -e "\e[2J\n"'. Provalo!

Anche il Prompt_COMMAND variabile definisce un comando da eseguire prima di PS1 ogni volta.

Un altro è il comando bg. Se dimentichi di inserire & alla fine di un comando, basta premere ^Z e digitare bg, e viene eseguito in background.

3
Lucas Jones

Visualizza il ramo e lo stato di Git nel Prompt

 export GIT_PS1_SHOWDIRTYSTATE = true 
 
 se ["$ color_Prompt" = yes]; quindi 
 PS1 = '$ {debian_chroot: + ($ debian_chroot)}\[\ 033 [01; 32m \]\u @\h\[\ 033 [00m \]:\[\ 033 [01; 34m \]\w\[\ 033 [00m \] $ (__ git_ps1 "#% s")\$ '
 Else 
 PS1 =' $ {debian_chroot: + ($ debian_chroot)}\u @\h:\w $ (__ git_ps1 "#% s")\$ '
 fi 
3
Bauna

Il mio comando preferito è 'trova', lo uso ovunque ... esempi:

find . -name "*.log" -exec ls -l {} \; | grep "$(find . -name "*.log" -exec ls -l {} \;| nawk '{print $5}' | sort -n | tail )"

Visualizza solo i file più pesanti in formato ls -l (long).

Quindi, se hai bisogno del tuo codice con le autorizzazioni 0640, cerca solo:

find . \( \( ! -perm 0640 \) -a \( -name "*.cpp" -o -name "*.h" \) \) -ls | nawk '{print $3"\t"$11}'

o sostituire:

find . \( -name "*.cpp" -o -name "*.h" \) | xargs chmod 640

Quindi, hai bisogno di un simbolo e non sai dove si trova ??

(
  for myObj in $(find . -name "*.o"); do
    gotSym=$(dump -Xany -t $myObj | grep .MY_SYMBOL)
    if ! test "x$gotSym" = "x"
    then
      echo "OBJECT [$myObj] ========================"
      echo "$gotSym"
      echo "^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^"^
    fi
  done
)

File più recenti di XFILE ??

find . -newer XFILE -type f

Sì, "trova" rulez!

3
D4RIO

Una volta tanto spesso quando hai digitato un comando lungo e prima di completarlo ti rendi conto che non funzionerà immediatamente, perché devi eseguire qualcos'altro prima (ad esempio, immesso git commit -m "long commit message here"), puoi premere ^A^K per andare all'inizio della riga e ucciderlo (salvandolo in un buffer), quindi esegui un comando per sistemare le cose e infine ^Y per incollare il comando ucciso e continuare. Salva molte riscritture. Tutto questo, ovviamente, è quando readline è in modalità Emacs.

Un altro risparmio di tempo: mkdir -p some/nested/dirs/to/be/created crea tutte le directory in un percorso se mancano.

3
alex

Visualizza una bella arte ASCII dell'attuale albero di processo, con il processo più intenso della CPU evidenziato.

while true; do 
  clear; 
  pstree $( ps -eo pid --sort %cpu | tail -n 1 ); 
  sleep 1;
done

Uccidilo con Ctrl + C

3
Stefan

Vedi l'output del comando aggiornato ogni n secondi

watch -n 60 df -h (displays df -h every 60 seconds)

Mostra le statistiche sul dispositivo di rete wlan0

ip -s link ls wlan0

Mostra tabella di routing per dispositivo eth1

ip route ls dev eth1

Visualizza le statistiche per tutti i pacchetti di router che attraversano per raggiungere l'host

mtr --interval 5 HOSTNAME

Consultare i record DNS inversi per i nomi host su NETWORK

nmap -sL NETWORK

Benchmark di un sito Web

ab

Ottieni tutti i collegamenti da una pagina web

lynx -dump http://www.yahoo.com | awk '/http/{print $2}'

Mostra gateway predefinito

netstat -rn | awk '/UG/{print $2}'

Scrivi errore standard in un file

foo 2> errors.txt

Reindirizza stderr a stdout

foo 2>&1

Reindirizza sia stderr che stdout sullo stesso file.

foo > file.txt 2>&1
2
boardstretcher
# change chmod to file dowloaded --> $_

wget -c http://link/to/file -O /path/to/save/namefile && chmod 0755 $_

# extract tar.bz2 or tar.gz whit less work
# this avoids having to unpack and then move the files to another location, in this case have # already extracted in the desired location

tar jxvf file.tar.bz2 -C /pat/to/extract

# calculator with bc - in bashrc
calc(){ echo "scale=2;[email protected]" | bc;}

# set magic-space in bashrc
bind Space:magic-space                 # !pin<space>  expand last cmd pin...

# alias to open last edited file in vim
alias lvim="vim -c \"normal '0\""

# alias to show your path set
alias path='echo -e ${PATH//:/\\n}'
2
SergioAraujo

Sostituisci parti del comando precedente:

^ricerca^sostituire

$ echo a b c d
a b c d
$ ^b c^X
echo a X d
a X d

Ottimo per errori di battitura:

$ mkae
-bash: mkae: command not found
$ ^ka^ak
make
[...]
2
user6362

Riassumi la dimensione della directory, con dimensione umana decrescente

du -hs */ | sort -hr

per esempio.

10.2G   foo/
4M      bar/
2
Eric Fortis

espansione a doppia stella con zsh (che discende ricorsivamente dall'albero delle directory, non solo di un livello, qualcosa di simile a $(find ! -type d):

grep string **/*.cc
2
Andre Holzner

la mia caratteristica preferita è NESSUN COLORE! =)

TERM = xterm-mono o TERM = linux-m dipende dal sistema operativo ...

Mi piace molto IRSSI in bianco e nero, mc e qualsiasi altro strumento di "interfaccia utente di testo"

2
holms

ZSH ha alias globali. Espande l'alias ovunque nella riga di comando. Ho trovato questo utile per i nomi host:

Per esempio.:

alias -g sub='sub.domain.tld'

Quindi, posso fare ad es .:

sftp sub
ssh sub

eccetera.

2
Matthew Flaschen

Non è un one-liner ma penso che sia utile. Converti molti file in maiuscolo, ad esempio file_to_upper *php *c. Ci sono molti casi simili come la conversione in basso, rinominare tutti i file con suffisso/prefisso, ecc.

file_to_upper ()
{
    for file in "[email protected]"
    do
        if [ ! -f "$file" ]; then
            echo "File $file does not exist";
        else
            mv -f "$file" "`echo "$file" | tr '[a-z]' '[A-Z]'`"
        fi
    done

    return 0
}
1
sakisk

ottenere il nome del file con il timestamp più recente nella directory corrente:

latest () { ls -lrt | tail -1 | awk '{print $NF}' }

1
Moses Xu
function calc() { echo $* p | dc }

dc è un calcolatore di RPN; questa funzione mi consente di digitare l'espressione come argomento del comando:

$ calc 5 3 +
8
1
André Paramés

Visualizza un prompt in cui il nome host è grassetto. Ho provato le istruzioni sul colore per un po ', ma il colore a volte sarebbe brutto a seconda dello sfondo. Bold funziona per me per sfondo chiaro, sfondo scuro, sfondi blu, ecc.

Questo è nel mio .bashrc:

    bold=$(tput bold)
    reset=$(tput sgr0)
    export PS1="\[email protected]\[$bold\]\h\[$reset\]:\w \$ "
1
Stefan Lasiewski

Ho trovato quanto segue utile quando si passa costantemente da Windows a Unix/Linux:

alias dir="ls -l"
alias copy="cp"
alias del="rm"
1
artdanil

Questo è per zsh, non bash, fyi (se non l'hai usato, non ti pentirai di averlo provato). Questo è davvero utile per scrivere rapidamente percorsi lunghi per i trasferimenti scp. Funziona proprio come usando per completare o elencare nomi/directory disponibili.

Esempio

scp [email protected]:/home/webdev/domains/example.com/http.public/long<tab>

completerà il percorso per /home/webdev/domains/example.com/http.public/longdirname.

Sono un cattivo esempio, ma questo dovrebbe darti l'idea. Provalo, può davvero salvarti le dita dalla digitazione.

# SSH Completion
zstyle ':completion:*:scp:*' tag-order \
   files users 'hosts:-Host hosts:-domain:domain hosts:-ipaddr"IP\ Address *'
zstyle ':completion:*:scp:*' group-order \
   files all-files users hosts-domain hosts-Host hosts-ipaddr
zstyle ':completion:*:ssh:*' tag-order \
   users 'hosts:-Host hosts:-domain:domain hosts:-ipaddr"IP\ Address *'
zstyle ':completion:*:ssh:*' group-order \
   hosts-domain hosts-Host users hosts-ipaddr
zstyle '*' single-ignored show
1
pho3nixf1re

ReTTY , che consente di spostare un programma in esecuzione da un terminale a un altro. In questo modo, se si dispone di un programma ncurses in esecuzione al di fuori di screen, tmux o ssh, è possibile collegarlo a una sessione ssh o una schermata in rete o sessione tmux eseguendo ReTTY all'interno del terminale in cui si desidera utilizzare il programma in questione. In altre parole, è simile a screen e tmux ma con l'eccezione che (a) può eseguire solo un programma alla volta e (b) può essere eseguito dopo si avvia il processo figlio.

1
mmirate

Il mio preferito è usare il python per creare il server http temporaneo:

python -m SimpleHTTPServer

e l'accesso ai file da questa macchina sulla LAN come:

http://192.168.1.70:80

Un altro è quello di scaricare il file tar in forma estratta come:

wget -qO - http://192.168.1.70:8000/test.bz2 | tar xjvf -

Qui il collegamento può essere qualsiasi su www e bz2 può essere gz, tgz o bz2 stesso.

1
SHW

Esegui il backup automatico dei file di punti fantasia

.Bashrc modulare -> .bashrc.d

mkdir -p ~/.bashrc.d
cat<<'EOF' >> ~/.bashrc
echo ""
echo -n ".bashrc.d warming up: "
for script in ~/.bashrc.d/* ; do
  if [ -x "$script" ] ; then
    echo -n "${script##*/} "
    . "$script"
  fi
done
echo ""
echo ""
echo "  All systems are go."
echo ""
EOF

Più sicuro, compatibile con Linux e Mac OS X.

rm() {
  local src
  local final_status=0

  for src in "[email protected]"; do
    # Process only non command-line arguments.
    if [[ "$src" != -* ]]; then
      local trash="$HOME/.Trash"
      if [ ! -e "$src" ]; then
        echo "Safer rm: $src: No such file or directory."
        final_status=1
      fi
      # Create the trash directory if needed.
      if [ ! -d "$trash" ]; then
        # Assume Mac trash, but it'll work on *nix too.
        mkdir -p "$trash"
        if [ ! -d "$trash" ]; then
          echo "Safer rm: Unable to create trash directory $trash"
          echo ""
          echo "   Nothing moved or deleted.  Consider carefully:"
          echo ""
          echo "      /bin/rm -rf $src"
          return 1
        fi
      fi
      local dest="$trash/${src##*/}"

      # Find a filename combination which does not already exist.
      if [ -e "$dest" ]; then
        # Try appending ISO datetime.
        dest="$dest.$(date +%Y-%m-%dT%H-%M-%S)"
        if [ -e "$dest" ]; then
          local n=1
          # Try increasing monotony.
          while [ -e "$dest.$n" ]; do
            n = $[n + 1]
          done
          dest="$dest.$n"
        fi
      fi
      echo -n "Safer rm: Trashing $src to $dest ..."
      /bin/mv "$src" "$dest"
      echo " done."
      echo ""
      echo "  To restore:  /bin/mv     '$dest' '$src'"
      echo ""
      echo "  To purge:  /bin/rm -rf '$dest'"
      echo ""
      echo ""
    fi
  done
  return $final_status
}

Azione "cd" super hot

# Don't ask why I need 15 levels of cd ..

alias ..='cd ..'
alias .2='cd ../..'
alias ...='.2'
alias .3='cd ../../..'
alias .4='cd ../../../..'
alias .5='cd ../../../../..'
alias .6='cd ../../../../../..'
alias .7='cd ../../../../../../..'
alias .8='cd ../../../../../../../..'
alias .9='cd ../../../../../../../../..'
alias .10='cd ../../../../../../../../../..'
alias .11='cd ../../../../../../../../../../..'
alias .12='cd ../../../../../../../../../../../..'
alias .13='cd ../../../../../../../../../../../../..'
alias .14='cd ../../../../../../../../../../../../../..'
alias .15='cd ../../../../../../../../../../../../../../..'

Readline è il tuo unico vero dio.

bind -p | egrep -v '(not|self)' # No existential jokes included.

Font terminali

Dopo aver esaminato milioni di caratteri, uso 14 pt Monaco, Anti-aliased con iTerm2.

Su Mac (app): prova questa app che fornisce le associazioni dei tasti.

KeyCue (tm) (r) (c) ($) fornisce il contesto di quasi TUTTE le app in esecuzione semplicemente tenendo premuto command.

1
dhchdhd

funzione pushd automatica di zsh:

setopt autopushd

e insieme a quello:

alias dirs='dirs -v'

In questo modo, in qualsiasi momento, posso digitare dirs e ottenere la cronologia di dove sono stato:

0   /var/log
1   /tmp
2   /usr/local/bin
3   ~

e poi posso cd tornare ad es. /usr/local/bin digitando:

cd ~2
1
Andre Holzner

Nessuno dei seguenti "trucchi" è tecnicamente impegnativo o impressionante, ma hanno un certo impatto sull'altra persona. Se non riusciamo a usare il nostro lavoro per rendere le nostre vite più felici, allora dovremmo ripensarci su alcune cose.

Mi piace alias. Il mio trucco preferito è modificare i ~/.bash_aliases sul computer della mia ragazza mentre manca e aggiungere una riga come:

alias gfname='echo Myname is thinking of you'

o un'altra citazione romantica.

Un altro "trucco" che mi piace particolarmente è:

#!/bin/bash
xaa=123`
for ((a=1; a <= xaa; a++))
do
#sleep 1;
mail -s "Happy Birthday $a" [email protected] < mails.txt
done
exit 0`

dove 123 è la persona a cui vorrei augurare buon compleanno e mails.txt contiene il messaggio che vorrei scrivere come corpo dell'e-mail. Sonno 1; è talvolta necessario in quanto esiste un limite su fork (). Puoi anche utilizzare gli argomenti della riga di comando $1 eccetera...

1

Ho cartelle nominate nella mia cartella home come Documento, Download, Temp, ecc. Con la prima lettera maiuscola. Quando lavoro sul terminale è fastidioso spostare, premere il primo tasto quando si esegue il cd in una directory. Digita quanto segue nel tuo terminale e bash correggerà automaticamente il caso per te.

shopt -s nocaseglob
1
tsudot

Uso pgrep foo invece di ps aux | grep foo se vuoi scoprire quante istanze di foo sono in esecuzione e i loro pid:

per esempio. invece di ps aux | grep firefox, uso pgrep firefox

1
user1888

Non posso vivere senza

set editing-mode vi
set blink-matching-paren on

nel mio ~/.inputrc.

Li attiva in ogni applicazione abilitata readline. L'attivazione della modifica della riga di comando vi in ​​Shell funziona solo tramite:

set -o vi

Quindi, premendo ESC o CTRL + [si ottiene la ben nota modalità di comando vi. E puoi usare potenti comandi vi ovunque!

1
maxschlepzig

C'è un ottimo sito per questo a: http://www.commandlinefu.com/commands/browse

1
Andrew Stern

Il mio preferito è

find . -name <i>filename</i> | xargs grep -in '<i>pattern to search for</i>'

Ciò che fa il comando sopra è trovare un file con il nome x e quindi cerca detto file per qualsiasi modello che stai cercando. Incredibilmente utile se stai cercando un particolare bit di codice in un file che si trova da qualche parte nelle tue sottodirectory.

0
Mark D
find path expr -exec ls -ld {} \;

Bel modo semplice per visualizzare proprietà, autorizzazioni, dimensioni (se file) e altre caratteristiche di qualunque cosa restituisca la tua espressione "trova".

0
TCKMusing

Ho notato spesso, subito dopo aver avviato un comando di 15 minuti, che avrei voluto aggiungere altre cose alla riga di comando usando &&. Invece di interrompere il lavoro già in esecuzione, tendo ad usare at per mettere in coda il secondo, dandomi un tempo più lungo che non ho bisogno di guardare il terminale.

In genere, at mette in coda i lavori per l'esecuzione in un determinato momento:

$ at 14:30
> myscript
> anotherscript
> <CTRL-D>

Le voci nella coda possono essere visualizzate con atq e rimosse con atrm.

Un'altra aggiunta ai suggerimenti per la personalizzazione del prompt di bash: Mi piace invertire il Prompt, in quanto ciò fornisce buoni segnali visivi in ​​cui l'output del comando inizia e termina in elenchi di terminali lunghi. Funziona bene con sfondi sia chiari che scuri.

export PS1="\[\e[7m\][\[email protected]\h \w]\[\e[0m\]$ "
0
jstarek

sync; sync; sync; riavvio

può essere davvero utile a volte. Stai attento !

0
Tony Lambert

Trovo che comprendere i tasti chiave bash porti a bombardamenti più efficienti e che molti di essi provengano direttamente da emacs chiarendo il loro utilizzo (ovvero che meta-XXX è la versione da fratello maggiore di ctrl-XXX comando di solito).

Il tasto "meta" è in genere il tasto "alt", ma può anche essere il tasto "esc". per esempio. meta-f può essere ottenuto con alt-f o esc f.

Affinché le mappature dei tasti Alt funzionino, potrebbe essere necessario disattivare "chiavi di accesso al menu" o il suo equivalente nelle opzioni della console. Fondamentalmente se si preme alt-f e si ottiene il prompt del menu file, disattivare i menu di accesso al tasto alt.

ctrl-a / ctrl-e : move to start / end of line nozioni di base di cui non puoi fare a meno

ctrl-f, meta-f : forward char/Word premendo alt-f si salta in avanti "1 Word" che sulla riga di comando è praticamente un comando o un argomento

ctrl-b, meta-b : backwards char/Word come alt-f, ma all'indietro per saltare all'indietro attraverso la riga di comando

ctrl-d, meta-d : delete char/Word premendo alt-d si cancellerà (fino alla fine) della parola corrente sotto il cursore. molto più veloce quindi tenendo premuto il tasto Canc per 30 secondi. Utile quando stai completando la scheda nel mezzo di qualcosa e vuoi inoltrare l'eliminazione alla fine di Word.

ctrl-k : kill line cancella alla fine della riga

ctrl-u : undo per esempio. digitando una password e sai che hai sbagliato da qualche parte, invece di colpire backspace 20 volte, basta premere ctrl-u. cancella anche la riga di comando corrente.

meta-# : insert comment questo è ottimo per mantenere la tua riga di comando che stai costruendo come commento prima di eseguirlo se devi prima fare qualcos'altro. andrà nella cronologia dei tuoi comandi ma non verrà eseguito.

ctrl-r : reverse search ricerca indietro nella cronologia di Shell (ripetuto ctrl-r per la prossima partita)

ctrl-g : abort se sei nel mezzo di ctrl-r e vuoi tornare al punto in cui stavi digitando, basta interrompere la ricerca con ctrl-g

meta-space / ctrl-x ctrl-x : set mark and jump to mark se devi passare rapidamente a una posizione nella riga di comando, imposta prima il segno, quindi torna indietro con ctrl-x ctrl-x. Nota che potrebbe essere necessario utilizzare esc-space per impostare il segno come alt-space è spesso destinato a far apparire il menu della console.

ctrl-] <char> : quick jump to <char> passa al carattere digitato dopo il ctrl-] dalla riga di comando. Il fratello maggiore Meta-ctrl-] <char> salta indietro.

0
markf

I miei preferiti sono sotto. Ne uso la maggior parte regolarmente

df -k (controlla i filesystem) kill o kill -9 (kill a process) set -o vi (imposta la tua riga di comando su vi) topas (performance tool) monta/smonta

oh sì e come potrei dimenticare il> (per reindirizzare l'output in un file) ls> /tmp/tmp.txt

Molti altri, ma alcuni dalla cima della mia testa.

0
vegasbrianc