it-swarm.it

Come interfacciarsi graficamente con un server senza testa?

Ho un server di sviluppo Ubuntu al lavoro. È un vecchio server rack che si trova da qualche parte nel sotterraneo dell'azienda, dove nessuno va mai. L'unico modo in cui può funzionare è come un cosiddetto server headless (ovvero senza monitor/tastiera collegati e accetta solo connessioni di rete).

Ovviamente, se hai solo bisogno di accedere al terminale, ssh è più che sufficiente. Tuttavia, vorrei anche collegarmi di tanto in tanto all'interfaccia grafica. Al momento sto usando la funzionalità VNC integrata, ma sono abbastanza sicuro che questo non sia il modo più efficiente né più sicuro per affrontare questo problema.

Ho fatto un po 'di ricerche sulla questione, ma non sono riuscito a giungere a conclusioni definitive. Ho letto di provare a inoltrare l'ambiente X su ssh, il che almeno risolverebbe i miei problemi di sicurezza. Qualcuno può condividere le proprie esperienze nell'impostazione? Esiste un altro modo che valga la pena guardare?

Mi collego quasi esclusivamente a questo server da un computer Windows. Non so se questo potrebbe essere un problema per alcuni dei metodi suggeriti.

42
silvo

Sì, l'inoltro X su ssh è davvero una cosa bellissima. Ti consente di utilizzare applicazioni grafiche su un'app in base all'app e avere Windows gestito dal tuo ambiente desktop. Non è nemmeno necessario un ambiente desktop installato sul server.

Tuttavia, è necessario impostare alcune cose di autenticazione affinché funzioni. Credo che tu abbia bisogno di xauth per quello.

È SO molto più veloce di VNC. VNC è sempre stato piuttosto ritardato nella mia esperienza.

Modifica: Non ho esperienza nell'uso di questo metodo tramite Windows, ma ho trovato questo tutorial per te se sei interessato.

20
DLH

Puoi usare freenx invece di vnc. Freenx trasmette i comandi x (con memorizzazione nella cache) invece di bitmap.

13
txwikinger

Xming e XDMCP è un'opzione brillante.

Modificare:

Xming è un x-server per Windows, che si basa su Cygwin e ha la capacità di condividere gli appunti e implementare anche diversi layout desktop.

XDMCP è un protocollo semplice e - importante - non crittografato (non utilizzarlo su Internet) per connettere un X-displaymanager e un x-server.

9
ddeimeke

Non conosco il modo "migliore", immagino YMMV, ma ecco una panoramica abbastanza completa degli strumenti a tua disposizione: http://www.mynitor.com/2010/02/07/15- remote-desktop-soluzioni-per-linux /

In particolare ecco la mia esperienza:

  1. nomachine nx - Velocità impressionante. Nella sua modalità nativa sembra di essere davanti alla console. Supporta l'avvio di nuove sessioni e l'ombreggiatura della console (ma l'ombreggiatura è più lenta). Supporta il distacco e l'attaccamento alle sessioni. La condivisione degli appunti ha funzionato solo in un modo per me e non sono stato in grado di risolverlo. nomachine offre pacchetti server e client gratuiti con alcune restrizioni di licenza.
    FreeNX è basato sulle librerie nomachine nx

  2. x2go - Impressionato anche da questo reindirizzamento del suono, ma non l'ho usato per così tanto tempo come nomachine nx perché l'ho scoperto in seguito.

  3. x11vnc - Ottimo server vnc in grado di collegarsi alla sessione della console. Usata insieme a nomachine nx. Non sono sicuro che possa essere eseguito in modalità senza testa, ma lo sto elencando in caso affermativo, perché per me era il server vnc più veloce in circolazione.

  4. xrdp - Sembrava promettente ma sembra non essere mantenuto. La soluzione nomade OpenSuse si basa su xrdp e ho sentito che nomad è la migliore esperienza di desktop remoto che puoi ottenere su linux.

  5. teamviewer - La versione di Linux è ancora beta, funziona con vino e consuma un po 'di CPU ma l'ho usata molto abbastanza di recente e ne sono rimasta soddisfatta. Non sono sicuro che funzioni su un server senza testa.

7
Li Lo

Considera anche xpra , che ti consente di staccare una sessione in esecuzione da qualche altra parte, come "schermo per X".

C'è anche Window Shifter , un front-end per xpra, che dovrebbe funzionare anche per Windows, vedi demo .

2
blueyed

Sebbene intrinsecamente insicuro, è possibile utilizzare XDMCP su una rete locale. Lo uso spesso per accedere alle macchine virtuali. È come accedere al desktop, tranne per il fatto che hai scelto il server remoto.

1
Tim Post

Uso x11vnc , che funziona molto bene per me. Ti consente di mantenere una sessione grafica persistente tra le connessioni, così puoi disconnetterti e riconnetterti e tutto sarà esattamente come l'hai lasciato. Supporta anche il tunneling su SSH. Vedi questi documenti della community di Ubunt per una breve descrizione e alcune istruzioni su come configurarlo.

1
Alex Grin

Ho usato con successo freenx su Ubuntu usando il client Windows da http://nomachine.com .

Per me questo mi ha permesso di utilizzare un vecchio tablet PC (che ha lottato anche con un'installazione pulita di Windows XP) come front-end in una macchina desktop Ubuntu più potente.

L'unico problema che ho avuto è stato che dovevi trasformare "Visual Effects" su nessuno per ottenere prestazioni decenti.

Stavo per commentare la risposta di txwikinger suggerendo nxserver, ma non ho abbastanza reputazione.

1
Bigwave

L'impostazione per l'accesso X remoto può essere scoraggiante e prevede più passaggi.

Uso x2go, che è load-and-go ed eccezionalmente facile da usare. Ti dà un desktop completo, proprio come se avessi collegato un nuovo schermo e una nuova tastiera al tuo server. Ha la piena funzionalità X.

x2go NON è una soluzione "desktop remoto". Ottieni una sessione completamente nuova. Tuttavia, è possibile disconnettersi e riconnettersi dalla stessa o diversa macchina con il client x2go; il tuo desktop è persistente. Soprattutto, il desktop sul computer client è completamente scalabile in tempo reale semplicemente ridimensionando la finestra.

x2go utilizza ssh per il trasporto, quindi i tuoi dati sono crittografati. Ciò semplifica l'attraversamento dei firewall. La velocità non è influenzata dall'uso di ssh per il trasporto.

il software client x2go è disponibile per Linux e Windows e Mac.

Software gratuito e open source molto bello. Lo uso ogni giorno.

1
Hugh Buntu