it-swarm.it

Come devo strutturare i miei URL per SEO e localizzazione?

Quando installo un sito in più lingue, come devo impostare i miei URL per i motori di ricerca e l'usabilità?

Supponiamo che il mio sito sia _www.example.com_ e sto traducendo in francese e spagnolo. Cosa è meglio per usabilità e SEO?

Opzione directory:

_http://www.example.com/sample.html
http://www.example.com/fr/sample.html
http://www.example.com/es/sample.html
_

Opzione sottodominio:

_http://www.example.com/sample.html
http://fr.example.com/sample.html
http://es.example.com/sample.html
_

Opzione nome file:

_http://www.example.com/sample.html
http://www.example.com/sample.fr.html
http://www.example.com/sample.es.html
_

Intestazione Accept-Language:

O dovrei semplicemente analizzare l'intestazione Accept-Language e generare il contenuto lato server per adattarlo a quell'intestazione?

C'è un altro modo per fare ciò? Se le diverse versioni linguistiche non hanno URL diversi, cosa devo fare per i motori di ricerca?


AGGIORNAMENTO 2011-12-06

Google ha nuovi consigli per meta tag per indicare esplicitamente contenuti di altre lingue: Nuovo markup per contenuti multilingue .

AGGIORNAMENTO 25/05/2012

Correlati ma non precisamente: annotazioni di siti multilingue e multinazionali in Sitemap

AGGIORNAMENTO 2013-06-12 Targeting del contenuto del sito in un Paese specifico include la discussione di diversi schemi URL direttamente rilevanti per la domanda.

107
artlung

Esistono molti modi accettabili per strutturare il tuo sito sia per la SEO che per l'internazionalizzazione. Ognuno ha vantaggi e svantaggi.

Domini di primo livello

Acquista lo stesso nome di dominio su più domini di paesi di livello superiore come example.com, example.es e example.de.

Vantaggi

  • Completamente supportato da Google. Puoi aggiungere i siti a Strumenti per i Webmaster di Google dove ci sono opzioni per comunicare a Google come sono scelti come target.
  • Spesso preferito dagli utenti che tendono ad apprezzare i contenuti pubblicati sul TLD per il loro paese
  • Il nome di dominio stesso può essere localizzato. Molti utenti internazionali possono reagire male alle parole inglesi o ad un nome di dominio dal suono inglese. Questo può essere particolarmente importante per le lingue che non usano un alfabeto latino.
  • Supporta la localizzazione per Paese. Puoi avere siti separati come example.co.uk e example.com.au destinati a un pubblico in diversi paesi. I siti possono avere contenuti duplicati con lievi differenze di ortografia e comunque posizionarsi bene. In effetti, più siti ben localizzati nella stessa lingua possono essere posizionati meglio di un singolo sito in quella lingua.
  • L'hosting può essere localizzato indirizzando il DNS verso un server Web nel Paese di destinazione.

Svantaggi

  • Costoso e richiede tempo per acquistare molti domini. Soprattutto se devi occuparti di occupanti abusivi.
  • I cookie non possono essere condivisi su più locali, il che significa che gli utenti devono accedere separatamente a ciascun sito.
  • Nessuna buona opzione per la localizzazione solo per lingua poiché molte lingue hanno più paesi e nessun TLD paese può essere il codice della lingua. Anche nei casi in cui il TLD corrisponde al codice della lingua come es, i motori di ricerca possono supporre che il sito sia appropriato solo per gli utenti spagnoli, non per tutti coloro che parlano spagnolo.

Sottodomini

Acquista un singolo dominio e usa sottodomini come en.example.com e es.example.com

Vantaggi

  • Completamente supportato da Google.
  • Supporta la localizzazione per paese o per lingua.
  • L'hosting può essere localizzato puntando il DNS verso un server Web situato vicino agli utenti.
  • Facile ed economico da implementare rispetto all'acquisto di più domini.
  • I cookie possono essere condivisi in tutte le versioni locali, consentendo il single sign-on per un'esperienza utente più fluida.

Svantaggi

  • Nessuna opportunità di localizzare il nome di dominio stesso
  • Può sembrare meno locale per gli utenti rispetto a un dominio di primo livello.

Sub-directory

Acquista un singolo dominio e usa sottodirectory come example.com/en/ e example.com/es/

Vantaggi e svantaggi

  • Lo stesso dei sottodomini, tranne per il fatto che esiste una voce DNS che impedisce di ospitare il tuo sito in più paesi per diverse località.

Tecniche che sono NON consigliate

  • Nomi dei file : utilizzo di nomi di file diversi come index_en.html e index_de.html. Questa tecnica non è pienamente supportata da Google. Ad esempio, non è possibile impostare il targeting negli strumenti per i webmaster.
  • Parametri URL : utilizzo di parametri URL come lang=en. Non è consigliabile per lo stesso motivo per cui non sono consigliati nomi di file diversi.
  • Accetta intestazione lingua : cambia automaticamente la lingua in base all'intestazione Accept-Language.
    • Molti utenti non hanno questa intestazione impostata correttamente. Ciò è particolarmente vero per gli utenti che viaggiano all'estero che potrebbero utilizzare il computer di un amico o un internet café. È spesso vero anche per gli utenti internazionali che installano un browser Web inglese e conoscono abbastanza l'inglese per spostarsi, ma preferirebbero i contenuti in una lingua diversa.
    • Google ha appena annunciato che Googlebot invierà l'intestazione Accept-Language e eseguirà la scansione da diverse località geografiche . Tuttavia, Google consiglia comunque di disporre di URL separati per i contenuti in diverse lingue.
    • È possibile utilizzare l'intestazione Accept-Language per suggerire che gli utenti potrebbero preferire una versione diversa del sito visualizzando un messaggio quando il sito che stanno visitando non corrisponde all'intestazione Accept-Language.
  • Indirizzi IP geografici : cambia automaticamente la lingua in base alla posizione geografica dell'indirizzo IP.

Markup sulla pagina

Quando si supportano più lingue, è necessario contrassegnare chiaramente i metadati della lingua.

Utilizzare l'attributo lang nel tag html:

<html lang="en">

Utilizza i collegamenti rel alternativi alla stessa pagina in altre lingue come suggerito da Google :

<link rel="alternate" hreflang="es" href="http://www.example.com/" />
<link rel="alternate" hreflang="es-ES" href="http://es-es.example.com/" />
<link rel="alternate" hreflang="es-MX" href="http://es-mx.example.com/" /> 
<link rel="alternate" hreflang="en" href="http://en.example.com/" />

In alternativa, queste informazioni possono essere inserite in file Sitemap .

Informa Google del tuo sito

Devi aggiungere ogni lingua (o locale) del tuo sito a Strumenti per i Webmaster di Google . Questo può essere fatto per domini di primo livello, per sottodomini o per sottodirectory.

Se il tuo sito è targetizzato per Paese, devi utilizzare gli strumenti per i webmaster per impostare il targeting per sito. Passare a "Configurazione" -> "Impostazioni" -> "Target geografico" e scegliere come target il paese corretto dall'elenco a discesa.

90

Rispondendo a una domanda simile alla tua sul suo blog, suggerisce Matt Cutts :

Se hai siti con versioni francesi e tedesche per un'azienda, le mie preferenze sarebbero:

  1. ccTLDS come esempio.fr o esempio.de
  2. Successivamente, sottodomini come fr.example.com o de.example.com.
  3. Se ciò non fosse possibile, utilizzerei le sottodirectory come example.com/fr/ o example.com/de/
22
mvark

Come utente tedesco lo odio quando un sito Web non mi lascia sulla pagina inglese perché pensa che sappia meglio quello che voglio. Potrebbe essere difficile da capire per gli americani, ma in realtà ci sono persone che parlano più di una lingua.

A volte potrei voler visualizzare i siti Web tedeschi e a volte potrei voler vedere quello inglese.

Analizzare semplicemente l'intestazione Accept-Language potrebbe farmi impazzire.

Ciò è particolarmente vero se la tua pagina tedesca è una traduzione economica della tua pagina inglese.

Per facilitare il tuo utente, anche la versione inglese dovrebbe avere una localizzazione come domain.com/en/ o en.domain.com.

Quando scrivo domain.com mi viene in mente di darmi la pagina inglese o tedesca in base alla mia intestazione Accept-Language. Se tuttavia non mi piace la tua scelta, dovrei essere in grado di scambiare semplicemente la lingua con il nome di dominio.

Suggerimento aggiuntivo: se hai la lingua davanti al nome di dominio, sia digitando ger.domain.com sia de.domain.com dovresti portarmi sul sito tedesco.

19
Christian

A mio avviso, dovresti usare l'approccio cartella o sottodominio, perché sono più intuitivi per l'utente. Qual è una questione di gusti personali, personalmente trovo più chiaro l'approccio alla cartella. L'opzione nome file è molto meno intuitiva.

Analizzare l'intestazione Accept-Language per indirizzare l'utente al contenuto corretto alla sua prima visita è una buona idea, ma dovresti farlo solo per reindirizzare sulla cartella o sull'URL del sottodominio. Altrimenti, sarebbe impossibile collegarsi ai contenuti in una lingua specifica e l'indicizzazione del tuo sito Web sarà un disastro.

15
Wookai

Utilizza l'opzione sottodominio se utilizzi versioni localizzate (ad es. Francia! = Francese). Usa i sottodomini, ma penso che sia meglio usare le directory se questo paese usa lingue diverse. Per esempio:

us.domain.com (USA)
us.domain.com/en/sample.html (USA - english)
us.domain.com/es/ejemplo.html (USA - spanish)
es.domain.com (Spain)
es.domain.com/es/ejemplo.html (Spain - spanish)
es.domain.com/ca/exemple.html (Spain - catalan)

Bing si basa su geo-meta tag, ma per Google devi utilizzare gli Strumenti per i Webmaster di Google.

Se vuoi indirizzare i mercati globali, usa www.domain.com con una lingua utente preferita (il browser fornisce le priorità di lingua su Accept-Language header) quando ce l'hai o con la tua lingua di mercato chiave quando non ce l'hai.

5
jrosell

Questa è la stessa domanda che ho posto su Stack Overflow . E ho una risorsa per questo, che posterò come risposta qui.

Ho trovato un Nice risorsa di Google sulle scelte che puoi fare. C'è una sezione con pro e contro di ogni metodo che puoi usare.

Faccio fatica con i siti web multilingue da un po 'di tempo. Ci sono sicuramente alcuni punti nell'articolo che non sono menzionati nelle risposte menzionate. Ecco perché ho sentito il bisogno di pubblicare questo come una risposta. Spero che questo aiuti qualcuno.

5
Saif Bechan

Non userei i sottodomini. In termini di SEO è meno utile: http://www.hobo-web.co.uk/seo-blog/index.php/blog-subdomain-or-subfolder-which-is-best/ =.

Discussioni simili qui: Sottodominio contro sottodirectory .

Se guardi siti di grandi dimensioni, il più delle volte utilizza i sottodomini.

Dipende anche se la tua attività è di natura più globale o locale. Siamo un'agenzia di copyright, quindi per usare le sue attività più locali. Pertanto i domini di primo livello sono meglio che eseguire tutto su .com.

Il nome del file è un concetto che non ho ancora visto.

3
Remy

L'ultima adozione in questa direzione come Single Page Application (SPA) per prodotti basati su SAAS -

  1. L'uso di siti Web diversi per paesi diversi comporta la perdita di link link che altrimenti andrebbero verso il nostro dominio di branding principale. Ad esempio: - https://www.example.in/, https://www.example.fr/ ecc. (Amazon, il grande gigante dell'e-commerce ha commesso questo errore nel suo passato.)

  2. Utilizzare lo stesso dominio con SPA e reindirizzare tutti i visitatori verso di esso andrà bene, ma in questo caso saremo in grado di indirizzare a una sola lingua. Ci sarà una brutta esperienza utente a causa di paesi diversi che necessitano di lingue diverse.

  3. Ci sono molti esempi migliori in questo caso (ad es. Microsoft e Uber). Personalmente mi piace quello che stanno facendo e credo che stiano usando le migliori pratiche SEO.

    When Lang - English with Different Country.

    • https://www.example.com/en-in (per l'India)
    • https://www.example.com/en-au/ (per l'Australia)
    • eccetera.

    o

    • https://www.uber.com/en/in/ (per l'India),
    • https://www.uber.com/en/au/ (per l'Australia)
    • https://www.uber.com/fr/ (per la Francia)
    • eccetera.

    Quando Lang e Country sono uguali -

    • https://www.example.com/fr-fr/ o https://www.example.com/fr/fr/ (per la Francia)
    • https://www.example.com/ru-ru/ o https://www.example[dot]com/ru/ru/ (per la Russia)
    • eccetera.

Per maggiore chiarezza, vedere Guida di Google Search Console: gestione di siti multiregionali e multilingue

1
Premnath321