it-swarm.it

Come montare un dispositivo su Linux?

Ho letto alcune risorse sul comando mount per montare i dispositivi su Linux, ma nessuno di questi è abbastanza chiaro (almeno per me).

Nel complesso, ciò che afferma la maggior parte delle guide:

$ mount
(lists all currently mounted devices)

$ mount -t type device directory
(mounts that device)

for example (to mount a USB drive):
$ mount -t vfat /dev/sdb1 /media/disk

Cosa non mi è chiaro:

  • Come faccio a sapere cosa utilizzare per "dispositivo" come in $ mount -t type device directory? Cioè, come faccio a sapere che dovrei usare "/ dev/sdb1" in questo comando $ mount -t vfat /dev/sdb1 /media/disk per montare la mia unità USB?

  • cosa definisce qui il parametro "-t"? genere?

Ho letto la pagina man ($ man mount) un paio di volte, ma probabilmente mi manca ancora qualcosa. Si prega di precisare.

78
its_me

Puoi usare fdisk per avere un'idea del tipo di partizioni che hai, ad esempio:

fdisk -l

Spettacoli:

   Device Boot      Start         End      Blocks   Id  System
/dev/sda1   *          63   204796619   102398278+   7  HPFS/NTFS
/dev/sda2       204797952   205821951      512000   83  Linux
/dev/sda3       205821952   976773119   385475584   8e  Linux LVM

In questo modo sai di avere partizioni sda1,2 e 3. L'opzione -t è il tipo di filesystem; può essere NTFS, FAT, EXT. Nel mio esempio, sda1 è ntfs, quindi dovrebbe essere qualcosa del tipo:

mount -t ntfs /dev/sda1  /mnt/

I dispositivi USB sono di solito vfat e Linux di solito ext.

86
ghm1014

Ero davvero arrugginito su questo, e poi ha iniziato a tornare .. se questo non risponde alla tua domanda, forse ho letto male ...

Alibi: questo è su una versione di Ubuntu 14. Il tuo chilometraggio può variare.

Uso lsblk per ottenere i punti di montaggio, che è diverso da mount Per me lsblk è più facile da leggere rispetto a mount

Assicurati di avere una directory creata prima di andare a montare il tuo dispositivo.

Sudo mkdir /{your directory name here}
Sudo mount /dev/{specific device id} /{your directory name here that is already created}

Dovresti essere bravo ad andare, comunque controlla le autorizzazioni di sicurezza su quella nuova directory per assicurarti che sia quello che vuoi.

20
Sunriver61

In questi giorni, è possibile utilizzare i percorsi dettagliati per montare un dispositivo specifico.

Per esempio:

mount /dev/disk/by-id/ata-ST31500341AS_9VS2AM04-part1 /some/dir
mount /dev/disk/by-id/usb-HTC_Android_Phone_SH0BTRX01208-0\:0 /some/dir
7
Šimon Tóth

mount (il comando) di solito capisce il "tipo" del file system sul dispositivo. Penso che la parte difficile se capire il nome del file del dispositivo. Devi quasi conoscere le convenzioni di denominazione dell'unità disco per capirlo.

Su un box Arch Linux aggiornato:

133 % ls /dev/sd??
/dev/sda1  /dev/sda2  /dev/sda3  /dev/sda4  /dev/sdb1  /dev/sdb2

Ma questo non funziona su una confezione Slackware matura (2.6.20.9):

1 % ls /dev/sd??
zsh: no matches found: /dev/sd??
2 % ls /dev/hd??
/dev/hda1  /dev/hda2

Senza sapere in anticipo che /dev/sd* o /dev/hd* sono file del dispositivo del disco rigido, devi usare lspci o lsusb o qualcosa per capire il nome del file del dispositivo. I dispositivi USB spesso lasciano informazioni in /var/log/messages per aiutarti a capire quale file dispositivo udev assegnato loro.

4
Bruce Ediger

Come mai abbiamo molti modi per farlo, ma come sempre prendiamo in considerazione e non sappiamo dove il file system utilizzato nel dispositivo possa ostacolare un po ', ma possiamo usare l'opzione "auto" per dare un piccolo aiuto.

mount -t auto /dev/sdb1 /media/pendrv

e pronto il nostro dispositivo sarà montato: at / media/pendrv pronto per l'uso, quindi usa semplicemente:

umount /media/pendrv

... per rilasciare il dispositivo.

2
Joke Sr. OK

Su Ubuntu 14 puoi anche usare l'app Disks:

enter image description here

Prima fai clic sul disco nel pannello di sinistra, quindi fai clic sulla partizione sul pannello di destra. La parte inferiore del pannello di destra mostra il formato, lo stato di montaggio corrente ecc. È inoltre possibile utilizzare questa GUI per creare/eliminare/formattare le partizioni.

1
Shital Shah

Il "dispositivo" di cui parla mount man è un logico blocco dispositivo con un filesystem su di esso.

Un "dispositivo" può anche significare un prodotto (SSD è un'unità, HDD è unità disco, DVD è disco, ODD è unità disco.

Spesso non importa quale esattamente. Ma quando si tratta di montare (o formattare o partizionare), importa, perché conta logicamente.

Come puoi vedere, sda è proprio accanto a sda1, 2, 3 ... E anche sdb, sdc, ognuno con le sue partizioni. Quindi puoi sbagliare in entrambi i modi.

Quando tu mount /dev/sdb1 /media/disk/, stai scegliendo la partizione 1 dal disco sata "b". Se sdb1 è una partizione penna USB, il nome del tuo mountpoint non parla molto.

Puoi persino montare un pezzo di RAM per creare un ramdisk, o un file ("loop device"). O un "dispositivo" completamente virtuale come sysfs, che popola la directory/sys (mountpoint ).

L'idea di montaggio, e quindi il comando mount, si basano su un concetto (VFS ecc.) Con tre elementi principali:

  1. Partiziona/blocca dispositivo: confronta fdisk -l, lsblk e cat /proc/partitions. È complicato, ma l'80% è solo punti di vista diversi.
  2. File system: Formattazione trasforma una partizione da 20 GB in una directory vuota con 18 GB di spazio libero da riempire con i file. Vedi man mkfs e man mkfs.ext2 (mkfs.FSTYPE).
  3. Mountpoint: questo è solo un "hook", una directory (vuota) a cui il nuovo ramo è collegato alla directory principale "/". Mediante associazione e sovrapposizione puoi creare complicato FS alberi. Ma qualsiasi ad hoc mkdir xyz va bene, tecnicamente.

Tutto questo montaggio è stato configurato una volta dal sysadmin in/etc/fstab, centralmente. Con l'attuale hot-plug dello storage di massa, le cose si complicano un po '.

Nel caso di una penna USB è un modulo del kernel che fa apparire/dev/sdb e le sue partizioni in una frazione di secondo.

Ogni ulteriore automazione nel collegamento a caldo, così com'è, deve essere coordinata da udev e talvolta perfezionata da strumenti aggiuntivi. Udev può gestire TUTTI i dispositivi, non solo l'archiviazione.

Siamo presi dalla comodità di avere una nuova icona (o anche solo un "dispositivo" con un nome decente) che si apre automaticamente, e il modo in cui il kernel con il file system (virtuale) deve sistematicamente preparare le parti. Ma con RAID e crittografia e tutti i diversi "dispositivi" di archiviazione Linux deve aggiungere alcuni livelli.

Alla fine, vuoi quel contenuto a portata di mano.

Normalmente, devi solo identificare il corretto ... DISPOSITIVO;). Puoi ls /dev/sd* per vedere cosa c'è: quali lettere, quali numeri identificano il tuo DISPOSITIVO ...

E quindi digitare

mkdir mydev
mount /dev/DEVICE mydev

(Puoi tralasciare il -t type parte)

0
rastafile

ThoerX Forum Controlla il dispositivo con disco -l

Partition the device as following :-
fdisk /dev/sda
d - Delete old partitions
n - New partition
select partition number
select start block
select end block
v - verify the new partition
w - write through

now fdisk - l should show /dev/sda1 with proper filesystem type (say ext4)
mount -t ext4 /dev/sda1 /myMountPoint
0
Gaurab