it-swarm.it

Quando un sito Web richiede una politica sulla privacy e / o condizioni d'uso?

Sono curioso di sapere se ogni sito web dovrebbe avere una politica sulla privacy e/o una pagina dei termini di utilizzo. Quali sono le implicazioni legali se un sito non li ha? Esistono determinate categorie di siti Web che le richiedono legalmente?

16
jessegavin

Questa è solo la mia opinione, ma direi che qualsiasi sito che consente ai visitatori di interagire dovrebbe avere una politica sulla privacy e una pagina dei termini d'uso. Ci sono davvero 3 tipi di siti che vanno dal meno al più ben documentato nella mia mente.

  1. Siti che consentono l'interazione dei visitatori come la pubblicazione di commenti senza un account
  2. Siti che consentono ai visitatori di creare account e interagire con il sito
  3. Siti che consentono ai visitatori di spendere soldi per cose come acquistare beni, acquistare servizi o donare denaro.

Penso che vorrai sempre, se non richiesto dalla legge (questa parte non lo so), avere una politica sulla privacy e termini di utilizzo per un sito che consente ai soldi di cambiare le mani. Fortunatamente questo è di solito fatto per te da aziende come Paypal se si collabora con loro. In generale, però, probabilmente vorrai avere i tuoi termini e la tua politica sulla privacy anche se indicano solo i processori.

Lo scopo principale della politica sulla privacy e le condizioni d'uso sono di coprire il proprietario del sito da azioni legali. Quando il sito consente solo commenti, non c'è molto di cui preoccuparsi. Se il sito consente agli utenti di accedere e creare contenuti, allora c'è un po 'di preoccupazione e una piccola clausola e un documento sulla privacy sono utili solo per coprire te stesso o la tua azienda da una persona scontenta.

Alla fine penso che avere termini e una politica sulla privacy sia un po 'come avere la sicurezza di Internet. La sicurezza Web è sempre una funzione della forza di ciò che hai contro il numero di persone che vogliono romperlo. Più un sito diventa grande, più è probabile che venga sottoposto a controllo da parte di altri alla ricerca di denaro gratuito o di trarre vantaggio da qualcosa/qualcuno in una posizione di potere.

3
Ben Hoffman

Google Adsense richiede una politica sulla privacy.

5
delete

Ogni volta che raccogli dati dagli utenti che potrebbero desiderare siano mantenuti privati, più comunemente indirizzi e-mail, indirizzi fisici e informazioni di pagamento.

1
GSto

Se stai memorizzando qualsiasi informazioni sui dati di attività dell'utente (inclusi ma non limitati a: informazioni sull'identità, indirizzi e-mail, stringhe agente utente, informazioni sull'indirizzo IP , date e orari di attività dell'utente, cookie e preferenze dell'utente e molto altro ancora), devi considerare di avere una politica sulla privacy.

Dai un'occhiata all'esempio politiche sulla privacy da questa discussione e vedi se uno degli elementi a cui si riferiscono, fai riferimento al tuo sito.

La privacy è un vasta area di attività. Dai un'occhiata al sito EFF per informazioni di interesse.

1
artlung

Alcune giurisdizioni richiedono una politica sulla privacy (almeno per i siti aziendali) per legge. Forse dovresti consultare un avvocato per consigli specifici sul tuo sito specifico.

1
txwikinger

Venendo a questo alla fine della giornata, ma le 3 definizioni fornite dalla prima risposta mi inchiodano davvero secondo me.

Piuttosto che essere semplicemente una "polizza assicurativa" contro azioni legali/regolatorie, penso che i proprietari di siti Web debbano considerare questo come un'opportunità per mostrarsi trasparenti e responsabili. In un mercato affollato, questo porta con sé un vantaggio competitivo.

Nel Regno Unito, direi che ogni sito dovrebbe almeno avere una politica di utilizzo della privacy/cookie, il numero dell'azienda e i dettagli di contatto come standard minimo di divulgazione, indipendentemente dal fatto che tu stia acquisendo o meno i dati dell'utente. Proprio come se hai un negozio, hai un indirizzo, un nome del proprietario e una cassetta delle lettere per la corrispondenza.

0
Gilbert Hill