it-swarm.it

Quali qualità oggettive rendono un'interfaccia utente intuitiva?

Come viene definito intuitivo in termini di UI? Esistono studi su quali qualità oggettive e misurabili rendono intuitiva un'interfaccia utente? Quali principi di progettazione, modelli o approcci hanno maggiori probabilità di produrre un'interfaccia utente considerata intuitiva?

35
Virtuosi Media

Buona domanda. Wikipedia elenca l'intuizione come "pensieri e preferenze che vengono in mente rapidamente e senza molta riflessione" - quindi, in sostanza, dire un'interfaccia utente intuitiva è come dire che mostra diversi attributi positivi: è memorabile, rilevabile, facile da impara, familiare, corrisponde alle aspettative e così via. Ma non crediamo alla mia Parola. Facciamo riferimento agli esperti!

  • Jef Raskin ha scritto l'articolo definitivo sulle interfacce intuitive nel 1994. In esso, ispeziona diverse citazioni che discutono di interfacce o intuizioni intuitive e commenta ciò che hanno implicato. "Quando gli strumenti sono stati appresi, sono diventati [...] intuitivi. Questo è un indizio forte sul significato di 'intuitivo'", dice sull'autore di una recensione che ha letto (e quindi procede a fare riferimento a Star Trek IV). Più tardi, conclude che "" intuitivo "in [un certo] contesto è un sinonimo quasi esatto di" familiare "". E infine, arriva a una definizione: "Intuitivo = usa abilità trasferite prontamente, esistenti."

  • Jared Spool ha anche scritto delle interfacce intuitive in un articolo del 2005 intitolato " Cosa rende un design" intuitivo "? ". Una cosa interessante che sottolinea è che "le interfacce non possono essere intuitive, dal momento che sono il lato comportamentale dei programmi e che i programmi non possono intuire nulla. Quando qualcuno chiede un'interfaccia intuitiva, quello che sta realmente chiedendo è un'interfaccia che loro stessi possono facilmente intuire ". Successivamente, introduce il concetto di Knowledge Gap, che è la differenza tra ciò che l'utente conosce e ciò che l'utente deve sapere per capire come utilizzare il software:

    The Knowledge Gap

    Un'interfaccia intuitiva, sostiene, colmerà questa lacuna. Identifica due condizioni separate per interfacce intuitive. Nel primo caso, il gap di conoscenza non esiste perché l'utente possiede già tutte le conoscenze necessarie per utilizzare l'interfaccia. Nel secondo caso, l'utente non nota il gap di conoscenza poiché il software li sta addestrando per usarlo.

    Infine, suggerisce ciò che è necessario per progettare un'interfaccia intuitiva: "Cosa sanno già gli utenti e cosa devono sapere? Per costruire interfacce intuitive, rispondere a queste due domande è fondamentale". Per il primo, raccomanda studi sul campo e per il secondo, raccomanda i test di usabilità.

  • In psicologia, effetto dell'esposizione "è un fenomeno in base al quale le persone tendono a sviluppare una preferenza per le cose semplicemente perché hanno familiarità con esse". Questo fenomeno è stato studiato per la prima volta nel 1876 da Gustav Fechner e probabilmente ha un grande impatto sul modo in cui le persone percepiscono le interfacce dal punto di vista della familiarità, il che influenza il modo in cui le intuiscono.

36
Rahul

Sono preoccupato che forse la tua domanda sia difettosa. Stai cercando una risposta generale come "il modello di ricerca sfaccettato sarà sempre più intuitivo del modello di suggerimenti di ricerca", ma qualsiasi risposta del genere ignorerebbe il fattore più cruciale: il pubblico. L'intuizione, e quindi l'intuitività, è una cosa umana, non una cosa di design. In un certo senso, qui sta la tua risposta. Aiuta a pensarci in questo modo:

alt text

L'unica cosa che è stata dimostrata più volte per aumentare la probabilità di atterrare in quella zona intermedia sono i dati. Comprendere il tuo pubblico ti consente di identificare i modelli, i principi e gli approcci che molto probabilmente corrispondono al modello mentale dei tuoi utenti.

Esistono molti modi per ottenere queste informazioni, ma osservare il pubblico utilizzando un possibile design e porre loro domande sulla loro esperienza sembra avere un ritorno molto elevato per il tempo investito. Se sei in precedenza nel processo di progettazione, può anche essere molto utile guardare a ciò che il tuo pubblico considera sostituti e vedere a quali schemi e approcci sono attualmente esposti (e identificare i problemi con l'approccio attuale).

18
jasonrr

Spero che tu abbia già familiarità con Don Norman .

Penso che la tua domanda/argomento sia strettamente correlato ai Normanni Golfo della valutazione e Golfo dell'esecuzione .

Vogliamo sempre spazi ristretti nell'interfaccia utente. Per riuscirci, possiamo lavorare con i Normanni principi di progettazione .

Penso che tutto dipenda dal fatto che l'interfaccia utente ha il modello mentale il più basso possibile per l'utente. Questo risultato è ottenuto utilizzando coerenza e grande convenienza nell'interfaccia utente, penso anche che sia questo il commento di @Nick Bedford.

3
JW_

Una progettazione del sistema presenta due aspetti: i controlli che l'utente deve operare per far funzionare il dispositivo o il sistema e il l'utente del dominio sta operando in .

L'articolo Modelli di dominio per la progettazione dell'interfaccia utente di David Benyon confronta diverse tecniche valide per la progettazione del modello, ma conclude chiaramente

Gli oggetti a cui gli utenti pensano e interagiscono quando usano il sistema devono corrispondere agli oggetti che comprendono e usano

Mentre tutti i progettisti sono giustamente preoccupati del divario di conoscenza attorno al sistema o ai controlli del dispositivo, questo può essere enfatizzato eccessivamente. Se il dominio non è centrale nella progettazione, allora

  1. il progettista perderebbe un percorso facile per la scoperta dell'interfaccia utente
  2. gli utenti mancheranno un'importante pietra miliare che possono sfruttare per colmare il gap di conoscenza

Un'interfaccia utente che presenta la terminologia e/o la visualizzazione visiva di entità con cui un utente ha familiarità nel proprio ambiente di lavoro può ridurre il gap di conoscenza. Quindi sii più intuitivo. Diamo un'occhiata a due UI di automazione dei processi

Questa interfaccia utente utilizza controlli dei pulsanti e visualizzazione dei dati ben noti, ma richiede molta mappatura cognitiva per il processo:

RoboLogix programming console Source:www.robologix.com

Questa interfaccia utente utilizza un nuovo sistema basato su touch, ma richiede una mappatura minima per il processo: AIS industrial multi-touch screen-panel PC Source: American Industrial Systems

Mentre gli elementi dell'interfaccia utente sono importanti, presentare il dominio degli utenti chiaramente nella terminologia e nel layout del sistema o del dispositivo in un modo che corrisponda al modello mentale degli utenti è un fattore chiave nel fornire un UI intuitiva . Questo vale per tutti i concetti di dominio significativi, astratti (ad es. "Fiscalità") e fisici.

2
Jason A.