it-swarm.it

Come faccio a scegliere uno stack tecnologico per il mio sito?

Ci sono molte tecnologie diverse e in competizione con cui costruire un sito. Dal front-end del sito e dalle tecnologie lato client ai database.

Come faccio a scegliere uno stack tecnologico, quali fattori devo prendere in considerazione e come evitare di sbagliare fin dall'inizio le decisioni tecniche chiave?

4
Damien

La verità è che se non stai costruendo un sito che avrà un traffico su larga scala dal lancio, non importa quale stack scegli. Scegli qualsiasi stack ti consentirà di iniziare il più rapidamente in modo da poter mettere in funzione qualcosa prima di perdere qualsiasi motivazione. Quindi, continua a migliorare il sito.

Lanciare un sito e pubblicarlo è più importante che farlo nel modo giusto. E se il sito ha un enorme successo, è qualcosa che puoi affrontare in seguito quando hai entrate per coprirlo.

4
Chris Boylan

Questa è una domanda piuttosto complessa. Quando si sviluppa un nuovo sito Web, direi che devi scegliere una lingua che conosci e che saprai che sarà ben supportata in futuro.

Secondo me ciò ti limita a diverse lingue. In particolare, Python, Ruby, C #/VB.NET, Java e PHP. Tali lingue hanno API e funzionalità a livello aziendale e dovrebbero essere supportate in futuro.

Francamente, la cosa più importante saranno le persone. Se ottieni le persone migliori ti aiuteranno a prendere le giuste decisioni e tutto il resto andrà a posto.

1
Ben Hoffman

L'unica cosa che non posso raccomandare abbastanza è seguire l'approccio MVC (modello/vista/controller), indipendentemente dalla lingua o dalla piattaforma con cui vai. Quasi ogni lingua a cui riesco a pensare vanta diversi framework MVC, persino Perl (la BBC ha inventato "Perl on Rails" che ci crediate o no).

Scoprendo che usando questo, è molto più facile introdurre nuove funzionalità nel tuo sito senza rompere le cose che ti hanno reso popolare in primo luogo. La separazione del codice del controller (query/logica) dalla vista che viene effettivamente presentata al visitatore rende le cose molto, molto più facili da mantenere.

La cosa peggiore che può accadere a un nuovo sito è che diventa vittima del suo stesso successo. Questo in genere accade quando il sito deve ridimensionare, in fretta, ma non può. Affrontare il fine tecnico di ciò è solo una parte, c'è anche l'aspetto finanziario da considerare.

Ad esempio, i siti SE sono costruiti su una piattaforma Windows. Ciò significa che il ridimensionamento comporterà maggiori costi di licenza, ma i siti sembrano essere stati progettati abbastanza bene che, quando sono necessarie più risorse, le entrate sono lì. Un sacco di tempo e denaro sono andati in quell'ingegneria, che potresti avere o meno.

Pertanto, ti consiglio di utilizzare un linguaggio/framework portatile su tutte le piattaforme (mi viene in mente Python/PHP) in modo da non essere bloccato. Il tuo sito alla fine prenderà in considerazione il suo proprio e la direzione da seguire diventerà ovvia.

0
Tim Post

Inizia con quello che sai e non aver paura del cambiamento.

C'è un enorme valore nell'uso delle tecnologie con cui gli sviluppatori sono esperti e a proprio agio. Puoi muoverti più velocemente e dedicare meno tempo a pasticciare con la tecnologia e più tempo a fornire valore agli utenti. TekPub è n esempio da dove sono partiti in ASP.NET, ma poi si sono spostati in Ruby su Rails una volta che hanno avuto tempo.

0
John Clayton