it-swarm.it

Come configuro Ubuntu per un computer pubblico?

Come configureresti Ubuntu su un computer che verrà utilizzato come computer pubblico in una libreria?

Ho bisogno delle seguenti funzionalità e restrizioni per l'utente:

  • All'avvio, un utente guest dovrebbe accedere automaticamente.
  • Solo Firefox, Chrome e OpenOffice dovrebbero essere disponibili per l'utente guest.
  • L'utente guest dovrebbe essere in grado di scrivere file sulla sua chiavetta USB, ma mai sul disco rigido del computer.

Qualche linea guida su come impostare qualcosa del genere? Esiste forse un remix di Ubuntu creato per questo preciso scopo?

29
codeape

Puoi dare un'occhiata a questi due programmi: pessulus e - zabaione

Soprattutto sabayon è interessante, anche se è un po 'confuso! Può ricreare una sessione predefinita per un utente ad ogni avvio, quindi questa sessione può essere totalmente limitata con pessulus . Quindi devi solo configurare l'accesso automatico (tramite il menu Sistema> Amministrazione> Schermata di accesso) e sei pronto per partire.

17
LassePoulsen
  1. La configurazione dell'account Guest è piuttosto semplice: System > Administration > Users and Groups Quindi segui questa procedura: buntu StackExchange: come può l'utente evitare di inserire la password all'avvio?
  2. Dopo aver disinstallato tutto il software utilizzando Applications > Ubuntu Software Center scarica Google Chrome da qui: Google Chrome per Linux e installalo.
  3. Questa è davvero la parte difficile. Per impostazione predefinita, possono scaricare solo nella cartella principale "Ospite". È possibile modificare le autorizzazioni o la proprietà delle cartelle home in qualcos'altro (a parte il fatto che la cartella delle impostazioni dovrebbe rimanere di proprietà del Guest. Un'alternativa sarebbe quella di avere uno script che ricrea la cartella Home del Guest ad ogni accesso. Per l'unità USB leggere che non dovrebbe essere un problema in quanto è consentito per impostazione predefinita.
9
Marco Ceppi

Questo è il riassunto di un'e-mail dalla biblioteca pubblica di Oslo, che descrive la loro configurazione:

  • I PC pubblici eseguono Lubunt
  • Usano LXLauncher
  • I PC pubblici si avviano da un'immagine del server (usando PXE, immagino?)
  • Seguono da vicino i progetti Libki e koha (Non so come/se li usano)

Il personale IT della biblioteca creerà una descrizione dettagliata della loro configurazione. Modificherò e aggiungerò collegamenti quando ne saprò di più.

6
codeape

Questo è abbastanza simile a quello che ho fatto per alcuni computer nel nostro Centro studenti. erano macchine WinXP con accesso amministratore. In un campus universitario. Shudder! Sono sicuro che avevano più virii di ... beh, sai.

Dopo aver trascorso circa 15 minuti a cercare di ripulire il disastro orribile, ho deciso di passare a Ubuntu. All'inizio avevamo appena avuto un utente "studente" che era automaticamente connesso, ma c'erano alcuni ragazzi delle scuole superiori che non avevano problemi a stare al computer per più di 3 ore al giorno. Così ho creato uno script .xsession che non ha fatto assolutamente partire nulla tranne il mio script pyGTK + personalizzato che gli ha dato ... Penso che siano stati 15 minuti, quindi li ho automaticamente disconnessi. Potevano avviare Firefox e navigare sul Web, ma era quello. Una volta chiuso Firefox, il mio programma tornava indietro e bloccava lo schermo per 5-10 secondi (è da un po 'che non lo guardo). Questo in effetti infastidisce chiunque voglia stare lì e riconnettersi, ma questo è il tempo impiegato da un utente per spostare tutte le sue cose, andarsene e il ragazzo/ragazza successivo per prendere il loro posto.

L'idea di Marco è piuttosto solida, però.

3
Wayne Werner