it-swarm.it

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi dell'utilizzo del tuo vero nome online?

Come programmatore, vedi qualche vantaggio professionale o altro nell'usare il tuo vero nome nel discorso online, rispetto a una maniglia inventata? Ho sempre scelto un singolo nome utente e il mio vero nome veniva visualizzato ogni volta che era possibile, per alcuni motivi:

  • I miei interessi online sono quasi esclusivamente professionali ed economici.

  • Costruisce un registro pubblico di ricerca di tutto il mio lavoro, ovunque.

  • Se qualcuno vuole contattarmi, ci sono molti modi per farlo.

  • Il mio portfolio di lavori è tutto legato a me personalmente.

I possibili contro alla divulgazione completa includono:

  • Se hai voglia di essere coinvolto in qualcosa di spiacevole, potrebbe essere più difficile.

  • Lo psicopatico che eredita il tuo progetto può scoprire più facilmente dove vivi.

  • Potresti essere spammato da persone che non valgono il tempo prezioso che potrebbe essere speso meglio scrivendo più del brillante software per cui sei famoso.

  • Il tuo portafoglio di lavoro è tutto legato a te personalmente.

Sembra, comunque, che la stragrande maggioranza degli utenti StackOverflow utilizzi handle inventati anziché nomi reali. Eccezionali eccezioni includono gli utenti più noti, che in genere sono ben affermati nel settore. Ma come potremmo mai diventare leggendari programmatori rockstar se non riuscissimo a ottenere i nostri nomi? Discutere.

86
Jon Purdy

La cosa più grande a cui riesco a pensare è sia un vantaggio che uno svantaggio: tutto ciò che metti online con il tuo vero nome ti seguirà. Questo va bene quando pubblichi cose buone e costruttive. È brutto quando pubblichi una tua foto di quella notte o quando dici qualcosa di offensivo o semplicemente stupido.

Trovo che usare il mio vero nome mi aiuti a tenermi sotto controllo: penso di più a quello che dico e a come lo dico. Ma a volte è stato scomodo usare il mio nome invitato ad attacchi personali per vari motivi.

Tutto sommato, il mio approccio è quello di usare il mio vero nome quando si tratta di cose di tipo professionale e di usare una maniglia per interessi personali e cose che potrei non voler essere facilmente ricercabili.

113
Adam Lear

Due grandi aspetti negativi per me:

  • Il nome che uso per firmare gli assegni non è univoco. Anche a metà degli anni '90, stavo già ricevendo email da persone che avevano visto il mio nome su un newsgroup da qualche parte e presumevo che fossi qualcun altro. Il mio nome non è nemmeno terribilmente comune, ma Internet è uno spazio dei nomi piuttosto grande ...

  • Aumenta la tentazione di autopromozione. L'ho visto molto: le persone vanno a cercare lavoro, cambiano i loro ID online per riflettere il nome che stanno riprendendo e tutto il loro atto cambia. Potresti considerarlo una cosa buona, incoraggiare un atteggiamento professionale e simili ... Ma ho poca voglia di interagire con persone che sono costantemente in "modalità intervista", e ancora meno voglia di trascorrere del tempo io stesso.

La tua identità online è ciò che produci, non come lo chiami. Essere appesi a un nome è sciocco come essere appesi su una foto di avatar ... Che, per inciso, di solito non corrispondono ai "nomi reali" a cui sono associati.

20
Shog9

Vedo più svantaggi che vantaggi, motivo per cui generalmente non utilizzo il mio nome online.

  • Stalking: Non ho mai avuto uno stalker (stiamo parlando, raccapricciante telefonata, rubando la tua posta, hackerando il tuo tipo di stalking e-mail), ma è successo a entrambi i miei fratelli e è più comune di quanto pensi.

  • Stupidità stupida: succederà, dirò qualcosa di stupido. Nel caso ideale, non sarà intenzionale. Ma con così tanti occhi, gli scritti possono essere male interpretati. Un'opinione perfettamente normale e accettabile ora, potrebbe non essere tra qualche anno e scrivere su Internet è eterno.

  • Not-Dumb Stupidity: Ci sono volte in cui se guardi la mia storia di domande SO, avrò scoreggiato il cervello e fatto una domanda ridicolmente stupida che già conoscevo la risposta a. Mi riservo il diritto di farlo senza il potenziale di persecuzione da parte dei miei colleghi.

L'unico aspetto positivo che posso vedere è la costruzione di una reputazione positiva, che può avere grandi conseguenze, ma io sono uno sviluppatore software medio nessuno. Quindi questo non vale davvero per me. Potrebbe per te.

14
Steven Evers

SnOrfus ha ragione , il gli svantaggi superano i vantaggi. Quando pubblichi qualcosa online, soffre dei seguenti inconvenienti:

  • Le tue dichiarazioni online probabilmente dura per sempre. Se formulerai qualcosa in modo non-automatico, ti perseguiterà per il resto della tua vita. O se scrivi qualcosa che è semplicemente sbagliato, Internet aiuterà tutti a ricordare questo errore, per sempre. Questo è particolarmente un problema per i giovani.
  • Le tue opinioni lo sono disponibile per tutto il mondo per vedere, anche se li intendevi solo per un pubblico specifico. Ad esempio, se pubblichi un articolo su questo sito in cui discuti una stupida abitudine del tuo manager, non necessariamente per attaccarlo, non vuoi che sappia che è il tuo post. O se scrivi un articolo su quanto odi il linguaggio di programmazione X, un futuro datore di lavoro pronto a offrirti un lavoro di programmazione in quel linguaggio potrebbe cambiare idea dopo averlo letto, anche se sei davvero pronto ad abbracciare il linguaggio in ordine per ottenere il lavoro.
  • C'è spesso contesto troppo poco così può essere interpretato molto facilmente. Ad esempio: la preistoria di una certa affermazione spesso non è disponibile per il lettore; ironia che viene scambiata per serietà; il tuo futuro datore di lavoro leggerà tutti gli errori che hai commesso quando eri un semplice principiante senza rendersi conto che era stato scritto 10 anni fa e nel frattempo ti sei trasformato in una persona diversa; eccetera...

Come mezzo felice, ho scelto di usare il mio cognome e le iniziali del mio cognome. In questo modo, il mio pseudonimo sembra più personale, pur preservando la mia privacy.

11
Dimitri C.

Ovviamente mettere cose online con il tuo vero nome può darti una sorta di profilo, e recentemente ho avuto persone al lavoro che riconoscono il mio nome su StackOverflow. Non lo vedo particolarmente bene o male.

Un vantaggio di avere un'alta visibilità online è che le persone possono contattare o scoprire più facilmente su di me. Google e ci sono risultati pertinenti: ricevo chiamate da reclutatori che mi trovano su LinkedIn e qualcuno con un'opportunità non lavorativa mi ha cercato su Google, trovato dove lavoravo e poi ha chiamato la reception per parlare con me. Forse alcune persone lo troverebbero fastidioso, ma non mi ha ancora infastidito - invece ho avuto alcuni buoni risultati da esso.

Personalmente mi piace il fatto che qualcuno possa cercarmi su Google e vedere cosa sto facendo, almeno le cose che metto nella sfera pubblica.

10
Kirk Broadhurst

Faccio le mie cose professionali con il mio vero nome e sono sempre tornato ai giorni dei newsgroup. Uso anche un indirizzo e-mail chiaramente correlato alla mia attività: gregcons.com è Gregory Consulting. Il mio handle di Twitter è gregcons perché è stato preso KateGregory. Lo faccio da prima che esistesse un World Wide Web e lo consiglio. Trovo sicuramente vantaggi significativi per avere un profilo professionale coerente. Pensi prima di scrivere: resterà per sempre sotto il tuo vero nome. Le persone possono controllarti e confermare che sei capace. Non trovo vergogna nella possibilità che qualcuno vedrà che non sapevo tutto ad un certo punto in passato. Semmai mostra che stavo sempre imparando.

Detto questo, faccio alcune cose personali con uno pseudonimo. FlyerTalk per esempio. Se ho intenzione di pubblicare post su come scappare con qualcosa, preferirei che le compagnie aeree non fossero in grado di cercare il mio record e indagarlo. E sul fronte dello stalker, pubblichiamo spesso piani di viaggio piuttosto specifici su FT e non voglio davvero quelli associati al mio vero nome.

La corrispondenza più inquietante che io abbia mai ricevuto era una lettera di carta che veniva a casa mia da qualcuno in una prigione vicina che stava leggendo i miei libri di programmazione Visual C++ e voleva fermarmi e incontrarmi quando usciva. Mi rendo conto che non è un punto molto alto per i raccapriccianti soprattutto perché non ha mai scritto più. Forse è per questo che usare il mio vero nome online non mi preoccupa. Per oltre vent'anni non mi ha portato altro che bene.

8
Kate Gregory

Se stai usando il tuo vero nome per pubblicare contenuti intelligenti, oggettivi, divertenti, creativi, utili, interessanti e interessanti su Internet usando il tuo vero nome, accidenti, avrai un fantastico, CV persistente nel cloud come diremmo oggi (o nel mainframe , come questo cap divertente lo chiama).

Se stai usando il tuo vero nome per merda totale, stupidità, noioso, sbagliato, distruttivo, razzista, neanderthal, ingiusto, illegale, beh, allora avrai ancora quel CV nel cloud . Potrebbe non essere altrettanto fantastico, però.

[~ # ~] edit [~ # ~] : guarda come sto sottilmente pubblicizzando me stesso come intelligente, obiettivo, divertente, creativo ... ;-)

5
Lukas Eder

Un altro modo per visualizzare questa domanda è quale nome consideri la tua identità. Ad esempio, il mio nome legale completo sarebbe "John Brock King II" mentre la maggior parte della gente mi chiama JB e ci sono diversi soprannomi che ho avuto negli anni, alcuni derivanti da varie interpretazioni di JB come James Brown, James Bond, Jim Bean, ecc. mentre altri hanno altre storie dietro la loro origine come Boogus o Funkmeister. Ho scelto di identificarmi con il mio nome come JB piuttosto che con John poiché questo è ciò che sono stato chiamato crescendo e il mio nome è simile ai miei padri tranne che ho un II alla fine del mio. "John King" può essere un nome piuttosto comune in quanto esiste un corrispondente della CNN con quel nome tra gli altri. Mi viene spesso chiesta la mia data di nascita presso l'ufficio del medico e le farmacie perché il mio nome corrisponde così tanto. Anche "JB King" può ancora abbinare alcune cose come un naufragio, quindi non è del tutto unico per me.

Alcune persone sono conosciute per parte del loro nome e ad altri piace creare le proprie identità. Dopo tutto, quali sono le probabilità che Lady Gaga cambierebbe effettivamente il suo cognome in Gaga? Sto pensando a nessuno ma forse sono solo io.

Considero J.B. King il mio vero nome, anche se per motivi legali non è sempre adeguato.

4
JB King

Il mio nome non è unico, è praticamente un nome di tipo "John Smith", quindi usarlo per cercare in modo univoco per me è piuttosto inutile.

Tuttavia, il mio alias è unico (e spero di mantenerlo così, 7 anni e andando forte), e dato abbastanza esperto di tecnologia, puoi capire chi sono comunque (non che ciò ti porterebbe molto lontano, come il mio nome è un centesimo una dozzina). Tuttavia, mi piace pensare al mio alias come un puntatore al mio vero io. Prima di Facebook, non c'era un puntatore a questo vero me (a parte FB, nessun sito web ha il mio vero nome allegato al mio alias). Mi piace pensare che il mio pseudonimo sia il mio nome (e in molti ambienti collegati al computer, lo è) perché è unico in un mondo di johnsmithery.

2
glasnt

Un vantaggio nell'usare il mio vero nome: un amico del liceo è stato in grado di mettersi in contatto perché ho pubblicato abbastanza post apparentemente interessanti su un forum linguistico per inserirmi tra i primi 10 risultati di Google per il mio nome.

2
AShelly

Hmm, questa domanda mi ha fatto pensare qui ...

Uso sempre il mio nome inventato. perché?

  • Separazione tra personale e lavoro. Lo trovo molto molto importante! (Ho il mio vero nome su Internet, ma SOLO su un social network. (Hyves, E quell'account è bloccato anche se non sei mio amico.)

(Sto pensando di mettere il mio vero nome su StackOverflow)

  • Se diventi famoso, puoi goderti tutti questi vantaggi/svantaggi anche con un nome inventato. la gente ti conoscerà solo con quel nome.

  • Come ha sottolineato Snorfus, la stupidità è qualcosa in cui sono bravo. :) Principalmente perché ho appena iniziato a programmare (3 anni)

  • Internet non è solo questione di privacy? :)

2
Emerion

Se hai voglia di essere coinvolto in qualcosa di spiacevole, potrebbe essere più difficile.

Questo è un po 'più complesso di quello che provi per qualcosa - non è se pensi che sia interessante sia rilevante, è quello che pensano tutti gli altri. Ad esempio, potrei non pensare che partecipare a una manifestazione politica a sostegno della riforma del voto sia spiacevole, ma altri potrebbero. D'altra parte, molte persone potrebbero non pensare che essere attivamente coinvolti in una chiesa evangelica sia spiacevole, ma potrebbe, se non sapessi nient'altro su di loro, influire negativamente sulla mia opinione.

Nonostante tutto, penso che valga la pena essere onesti, sia online che offline, e penso che sapere che ciò che dici online può essere rintracciato su di te offline possa avere un'influenza civilizzatrice.

2
robertc

Uso il mio vero nome per tutti i siti in cui i contenuti sono pubblicati pubblicamente che non mi dispiacerebbe vedere un potenziale datore di lavoro (perché lo faranno), ad esempio le mie risposte StackOverflow o il mio blog tecnico.

Uso uno pseudonimo per i siti in cui preferirei che non diventasse parte del mio meta-curriculum. Non necessariamente che io sia imbarazzato per qualsiasi cosa pubblichi sotto di esso, solo che non voglio che fluttui in cima a una ricerca di Google sul mio nome e ammazzi le cose che aiutano le mie possibilità di lavoro. Ad esempio, utilizzo uno pseudonimo su qualsiasi sito di discussione politica o sul mio blog personale.

2
JohnFx

Non sono più sicuro di quale sia il mio vero nome. Scherzi a parte: ci sono persone che conosco principalmente nella vita reale, con cui raramente parlo online, che ancora mi conoscono come TRiG. (Di solito conoscono anche il mio vero nome.) E ci sono persone che conosco principalmente o esclusivamente online che conoscono ancora il mio vero nome. Le due identità si confondono, soprattutto perché il soprannome di TRiG deriva dalle mie iniziali.

Puoi trovare i miei post online su molti forum molto facilmente se hai trovato un motore di ricerca sensibile al maiuscolo/minuscolo.

1
TRiG